Home / Notizie / Cronaca / Dachau. Rubata la targa ‘Arbeit macht frei’ del campo di concentramento

Dachau. Rubata la targa ‘Arbeit macht frei’ del campo di concentramento

Un caso analogo era accaduto ad Auschwitz. In corso le indagini della polizia

È stata rubata dal campo di concentramento di Dachau la targa che riporta la frase ‘Arbeit Macht Frei’, ‘Il lavoro rende liberi’, scomparsa nella notte tra sabato 1 e domenica 2 novembre: un furto analogo era stato portato a termine circa cinque anni fa ad Auschwitz. Sono in corso le indagini della polizia sul caso, riguardo al quale non sono disponibili molte informazioni: due delle piste più accreditate sarebbero quella del furto da parte di gruppi fanatici filonazisti, oppure quella del furto fatto su commissione. Si presume che il furto, denominato da parte della direttrice del museo di Dachau Gabrielle Hammermann “una profanazione”, sia stato portato a termine approfittando del cambio di turno dei guardiani.
La finestra in cui è avvenuto il furto sarebbe quella tra le 23:45 e le 5:30; sul luogo non si trovano telecamere di sicurezza, ma vi sarebbe una stretta sorveglianza da parte dei guardiani. Solo la mattina dopo è stata notata la mancanza di un’intera sezione del cancello, nel quale era inclusa la famigerata scritta.

Potrebbe interessarti

Violenza e rapine ai danni di prostitute. In un caso si sarebbero finti poliziotti

Piacenza. Dovranno rispondere delle accuse di violenza sessuale di gruppo, rapina in concorso, e tentata …