Home / Notizie / Cronaca / Hospice. False telefonate di raccolta fondi. Allarme truffa
Hospice-False-15443-piacenza.jpg

Hospice. False telefonate di raccolta fondi. Allarme truffa

L’avvertimento: ”diffidare dalle telefonate che richiedono donazioni”

Piacenza. Giunge in seguito a numerose segnalazioni la reazione dell’Amministrazione comunale riguardo alle telefonate ricevute da diversi cittadini che richiederebbero la partecipazione ad una raccolta fondi per la struttura Casa di Iris: non vi sarebbe, in corso, alcuna raccolta fondi organizzata dall’Amministrazione. Sembrerebbe quindi che sia in corso una vera e propria truffa. "Questi signori sono dei truffatori, che approfittano delle disgrazie altrui per incamerare abusivamente denaro", avrebbe affermato Sergio Fuochi, dirigente comunale e referente per Palazzo Mercanti dell’associazione "Insieme per l’Hospice".
"L’Amministrazione comunale", continua, "diffida pertanto chiunque a proporsi come suo rappresentante attraverso telefonate, mail o lettere con richieste di contributo. Questa storia va avanti da alcuni giorni e vogliamo abbia fine immediatamente. Consigliamo inoltre, alle persone che vengono contattate, di segnalarcelo. Altri sono i modi per sostenere l’Hospice, ad esempio gli eventi che periodicamente organizziamo a favore della struttura, come la castagnata che avrà luogo il 18 ottobre di fronte alla Casa di Iris".

Potrebbe interessarti

cane

Cane messo in salvo da due escursionisti sui monti tra Val Nure e Val d’Aveto

Si chiama Birba il segugio messo in salvo grazie all’intervento di due giovani escursionisti, che …