Home / Notizie / Cronaca / Allarme Ebola. Primo caso negli Usa avrebbe viaggiato a Bruxelles

Allarme Ebola. Primo caso negli Usa avrebbe viaggiato a Bruxelles

Rassicura il ministro della Salute Lorenzin: ”Sistemi di isolamento tra i primi al mondo”

Continua a crescere il panico per la diffusione del virus Ebola al di fuori degli stati africani maggiormente colpiti: primo caso diagnosticato sul suolo americano sarebbe un individuo, ancora non identificato, ricoverato al Texas Health Presbuterian Hospital di Dallas (Texas), che secondo indiscrezioni era stato rispedito a casa qualche giorno fa dal pronto soccorso con sintomi febbrili. L’uomo, partito da Monrovia (capitale della Liberia), sarebbe giunto in aereo fino a Bruxelles, dove quindi avrebbe intrapreso il volo verso gli Stati Uniti. Monitorati dalle agenzie sanitarie coloro che sono entrati in stretto contatto con il contagiato, tra i quali anche alcuni bambini in età scolare.
Rassicura sulla potenziale diffusione del virus in Italia il ministro della Salute Beatrice Lorenzin: afferma infatti che il virus Ebola è “fortunatamente una malattia la cui trasmissione è molto difficile, ma va tuttavia organizzato un buon sistema di isolamento sanitario e noi abbiamo un sistema di isolamento all’Istituto Spallanzani che è tra i primi al mondo: l’Italia riguardo, al problema dell’evacuazione di eventuali propri pazienti, è dunque pronta”, con misure di controllo che risulterebbero attive già da mesi.

Potrebbe interessarti

Terremoto Tarasconi all’Assemblea PD. Sui quotidiani l’assenza di Renzi passa in secondo piano

Decine di migliaia di visualizzazioni, commenti, like e messaggi privati in poche ore. L’intervento di …