Home / Notizie / Calcio. Gli stadi italiani non sono sicuri? Beretta e Tavecchio contro il Dl stadi
Calcio-Gli-sta15408-piacenza.jpg

Calcio. Gli stadi italiani non sono sicuri? Beretta e Tavecchio contro il Dl stadi

Anche il presidente del Coni Malagò sostiene la presa di posizione dei dirigenti calcistici

Gli stadi italiani non sono sicuri? La Federcalcio “condivide le preoccupazioni del presidente della Lega di A Maurizio Beretta” sul Decreto Legge stadi che introduce un contributo delle società per i costi della sicurezza negli eventi sportivi. Il presidente della Figc Carlo Tavecchio ha sottolineato come occorra “subito un confronto per evitare inutili demagogie”. La Federcalcio ha espresso la sua posizione attraverso una nota riguardo l’emendamento al decreto stadi approvato dalle commissioni Giustizia e Affari costituzionali della Camera.
La Figc ha ricordato la posizione espressa dal presidente federale Tavecchio nell’audizione in commissione di martedì 16 settembre: “Il mondo del calcio è consapevole delle ragioni e delle esigenze delle Forze dell’Ordine, con le quali da tempo si sta lavorando in maniera congiunta e proficua, ma chiede un confronto urgente affinché si sgombri il campo da inutili demagogie”.
Il presidente del Coni Giovanni Malagò, a margine della presentazione della Granfondo Campagnolo svoltasi al Foro Italico, è a sua volta intervenuto sull’argomento appoggiando Beretta e Tavecchio: “Il presidente della Lega Serie A è preoccupato? Lo capisco, ha ragione. Come tutte le questioni giuste o sbagliate che siano, se sono fatte in corso d’opera, se tu hai un tuo bilancio e dalla mattina alla sera ti dicono che hai una spesa supplementare che, per altro ancora non ho capito come si quantifica, è chiaro che non va bene”. Rimaniamo in attesa dei prossimi sviluppi.

Potrebbe interessarti

bici

Da San Rocco al Porto per rubare biciclette e rivenderle. 34enne ai domiciliari

Piacenza. È stato raggiunto da un’ordinanza cautelare e si trova al momento agli arresti domiciliari …