Home / Notizie / Calcio. Brasile 2014. Con il morso dell’Uruguay, l’Italia ripiomba negli anni più bui
Calcio-Brasile14964-piacenza.jpg

Calcio. Brasile 2014. Con il morso dell’Uruguay, l’Italia ripiomba negli anni più bui

Dopo le dimissioni di Prandelli e Abete, si attende il nuovo ct e un uomo di calcio per la FIGC

E’ finita. Con il morso, in tutti i sensi, dell’Uruguay, l’Italia ripiomba negli anni più bui della sua storia calcistica: l’ultima doppia eliminazione azzurra consecutiva dalla fase a gironi dei Mondiali risaliva al 1962-1966, l’anno della Corea. Il ct Cesare Prandelli e il Presidente della FIGC Giancarlo Abete hanno almeno dato un messaggio forte, offrendo le loro dimissioni irrevocabili; ora si attende uno tra Allegri, Mancini e Spalletti sulla panchina azzurra e, speriamo, un uomo di calcio alla guida della Federazione.
La carriera di Buffon in Nazionale è in bilico, quella di Pirlo è finita. Si riparte da Darmian, Verratti e Immobile. Ma il futuro, oggi, appare se possibile più buio di quattro anni fa.

Potrebbe interessarti

bosco

Ritrovato privo di vita il 60enne scomparso nei boschi di Ottone

Piacenza. Tragica conclusione per le ricerche del sessantenne di Piacenza del quale non si avevano …