Home / Notizie / Cronaca / Ikea. I Cobas reagiscono di fronte al licenziamento di 11 lavoratori
Ikea-I-Cobas-r14695-piacenza.jpg

Ikea. I Cobas reagiscono di fronte al licenziamento di 11 lavoratori

Continua il braccio di ferro tra i Cobas e la Cooperativa San Martino a proposito delle sospensioni e licenziamenti

Piacenza. Una dura reazione quella del sindacato dei Cobas riguardo i provvedimenti a carico di 33 lavoratori della Cooperativa San Martino che si occupa del servizio di facchinaggio presso il deposito centrale della multinazionale svedese Ikea a Piacenza. La coop avrebbe inviato a 11 di questi una raccomandata con relativa lettera di licenziamento che potrebbero salire a 20. Il sindacato accusa che la stessa San Martino non ha rispettato gli accordi che erano stati presi recentemente in Prefettura e che all’interno del deposito l’aria che viene percepita risulta molto pesante. L’accusa è che molti di questi provvedimenti siano di carattere politico e che le condizioni dei lavoratori siano di sfruttamento e con salari molto bassi che non calcolati sulla base delle ore contrattuali previste, ma su quelle di lavoro effettive.
A fronte di tutto questo, il sindacato stesso ha deciso di manifestare nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 presso i punti vendita Ikea, dove verrà effettuata una campagna di boicottaggio per portare la clientela a conoscenza di quanto sta avvenendo.

Potrebbe interessarti

delmonte

Delmonte (LN): “Iren faccia bidoni più grandi per semplificare la ‘differenziata’ delle persone invalide”

“Perché Iren non fornisce alle persone con disabilità contenitori più grandi così da dilatare i …