Home / Notizie / Cronaca / Via Cella. Amianto vicino alle case. I residenti protestano
Via-Cella-Amia14668-piacenza.jpg

Via Cella. Amianto vicino alle case. I residenti protestano

In una lettera al sindaco i residenti denunciano la presenza del pericoloso materiale

Piacenza. Sono stati raccolti dal consigliere comunale di Forza Italia Maria Lucia Girometta i numerosi appelli e le proteste di diversi residenti della zona di via Cella, che lamentano la presenza, proprio nei pressi delle abitazioni, di una fabbrica dismessa con ingenti quantità di pericoloso amianto. Girometta sottolinea l’importanza del problema, facendo notare che Piacenza si trova seconda in regione per il numero di tumori, con 178 diagnosticati. A seguito sono pubblicati stralci della lettera collettivamente inviata all’attenzione del sindaco, per segnalare un problema che mette a rischio la salute e l’incolumità dei cittadini.
“Gentile Sindaco, vorrei porre la sua attenzione sul caso della fabbrica sita in via Cella, 40 e precisamente per ciò che segue:

Dopo diversi anni di battaglia con la ditta Fontanella e vari scarica barile tra Comune e Ausl di Piacenza, il 03-09-2009 ,chiamata in causa, l’Ausl produce una relazione sullo stato dell’area in questione.Tale relazione descrive la copertura in eternit, contenente amianto, come altamente scadente e deteriorata,con relative conseguenze per la salute.Da segnalare che suddetta copertura è presente su centinaia di Mq. Nella proprietà con il passare degli anni si sono formate diverse spaccature, una di queste addirittura sotto le nostre finestre, che distano pochissimi metri come può notare dalle fotografie.

Mi chiedo se sia possibile nel 2014, avere in città, un edificio così malridotto e altamente PERICOLOSO , con il quale purtroppo convivo da più di 30 anni!! Ho saputo che è uscita una legge che obbliga a smantellare le coperture in eternit nelle città per cui mi auguro che finalmente Lei possa mettere fine a questa assurda vicenda, per il bene della città, nostro e soprattutto delle nostre due figlie che vivono e respirano giornalmente vicino a quest’area da quando sono nate.

Ripongo quindi in LEI la mia fiducia affinchè possa fare qualcosa di concreto e definitivo , senza false promesse.Essendo anche Lei genitore ,si metta una mano sulla coscienza e metta fine a questo SCEMPIO.”

Potrebbe interessarti

euro

Pensionato invalido truffato dopo le nozze. Denunciata badante 47enne

Piacenza. Dovrà rispondere delle accuse di violazione degli obblighi familiari e sottrazione di beni comuni …