Home / Notizie / Cronaca / Furto al Duomo di Piacenza. Sottratti tre preziosi calici
Furto-al-Duomo-14660-piacenza.jpg

Furto al Duomo di Piacenza. Sottratti tre preziosi calici

I ladri hanno approfittato dello svolgersi di una messa in cripta

Piacenza. Di nuovo un furto al Duomo di Piacenza, dopo il colpo dell’aprile del 2013 ai danni della salma del Beato Scalabrini, occasione in cui alcune preziose reliquie erano state rubate. Questa volta i ladri hanno colpito in sagrestia, intorno alle 18:30 di mercoledì 14 maggio, mentre il parroco don Serafino Coppellotti celebrava una funzione in cripta. Nessuno ha notato i movimenti sospetti dei ladri, che forse avevano ben chiaro l’obiettivo del colpo già prima di introdursi in duomo: tre calici in oro e argento, di valore difficile da quantificare sul piano monetario, ma certamente immenso sul piano affettivo. Uno di questi, infatti, era un dopo di don Anselmo Galvani, un altro regalato da don Domenico Ponzini.
I ladri si sono mossi molto velocemente, presumibilmente in meno di un quarto d’ora, sottraendo i preziosi calici e dileguandosi senza che nessuno si accorgesse di niente fino al ritorno di don Coppellotti in sacrestia. Solo allora, infatti, è stato possibile notare l’assenza degli oggetti rubati.

Potrebbe interessarti

polizia

Via Alberoni. Al bar con la droga appoggiata in bella vista. Scatta l’arresto

Piacenza. È stato arrestato un 30enne di nazionalità marocchina che, nel corso del pomeriggio di …