Home / Notizie / Cronaca / Morte del piccolo Luca. Il padre giudicato incapace di intendere e volere

Morte del piccolo Luca. Il padre giudicato incapace di intendere e volere

Così ha deciso lo psichiatra Corrado Cappa in seguito alla perizia svolta sul caso

Piacenza. “Al momento del fatto Andrea Albanese era completamente incapace d’intendere e di volere per il verificarsi di una transitoria amnesia dissociativa”: così recita la perizia dello psichiatra Corrado Cappa, incaricato dal giudice Giuseppe Bersani di giudicare lo stato mentale di Andrea Albanese nel procedimento riguardante la morte del piccolo Luca. Scagionato dunque il genitore del piccolo, che, in data 4 giugno 2013, a soli due anni era stato dimenticato in automobile per 9 ore, proprio di fronte al luogo di lavoro dell’uomo.
La vicenda aveva toccato fortemente non solo la comunità piacentina, ma anche l’opinione pubblica della nazione. Le accuse che gravavano sul padre del piccolo erano di omicidio colposo.

Potrebbe interessarti

Maxi operazione dei carabinieri, 10 arresti. Droga, armi, e furti in abitazione

Piacenza. Maxi operazione dei carabinieri all’alba della mattinata di oggi, martedì 23 ottobre, nelle province …