Home / Notizie / Dna artificiale. Ottenuto il primo organismo vivente con Dna potenziato

Dna artificiale. Ottenuto il primo organismo vivente con Dna potenziato

Il Dna potenziato ha ”due lettere in più”, X e Y. Nuove possibilità per la genetica

Per la prima volta è stato possibile creare un organismo vivente con un Dna ‘potenziato’, e a riuscirci sono stati i ricercatori dell’istituto californiano Scripps. Il Dna in questione consiste in un Dna alterato per contenere, oltre alle due coppie A-T e C-G (adenina e timina, e citosina e guanina), i cosiddetti mattoni che compongono il codice genetico, anche un’altra coppia, denominata X-Y, atta ad ampliare il “vocabolario genetico” di un organismo. L’integrazione, che è avvenuta alla perfezione, eludendo i controlli delle molecole apposite a rilevare la presenza di intrusioni ed errori, è stata fatta su un batterio, l’Escherichia coli, e le alterazioni non sembrano aver causato alcuna modifica nel comportamento dell’organismo.
Inoltre, il batterio, riproducendosi, avrebbe trasmesso queste nuove coppie anche alle generazioni successive: un grande successo per l’istituto Scripps, che cercherà poi di inserire questi “nuovi mattoni” anche in regioni del genoma usate attivamente per il funzionamento degli organismo.

Potrebbe interessarti

Musica ad alto volume nel locale, titolare dà in escandescenze: “Chiamo Barbara D’Urso”

Piacenza. Sarà processata per direttissima la titolare di un bar della zona di viale Dante, …