Home / Notizie / Cronaca / Cadavere senza testa trovato nel Po, difficile l’identificazione
Cadavere-senza-13999-piacenza.jpg

Cadavere senza testa trovato nel Po, difficile l’identificazione

Il corpo è emerso in zona San Nazzaro, ed era in avanzato stato di decomposizione

Piacenza. Un corpo è emerso dalle acque del Po, in zona San Nazzaro di Monticelli. Il cadavere, incagliato nella diga di Isola Serafini, è stato trovato intorno alle 9 del 21 novembre, da alcuni addetti ai lavori dell’Enel: inizialmente si è pensato potesse trattarsi di Paolo Maloberti, il 47enne scomparso dal 10 novembre. Tuttavia, l’ipotesi appare sempre meno probabile: il corpo, che è stato trovato privo di testa, non indossava gli abiti che Maloberti aveva addosso l’ultima volta che è stato visto prima della sua scomparsa, ed inoltre era in avanzato stato di decomposizione, cosa che suggerisce che si trovasse nel fiume da settimane. Le tempistiche non sono compatibili con gli ultimi avvistamenti dell’uomo scomparso.
Risulterà molto difficile l’identificazione, per via della mancanza del capo e della decomposizione avanzata: unico indizio, l’orologio che l’uomo, che indossava stivali di gomma, aveva al polso al momento della sua morte. La Procura ha disposto un’autopsia, per verificare quale sia stata la causa della morte.

Potrebbe interessarti

pioggia

Diga di Mignano. Rimane alta l’allerta. Guadagnati 10 metri in 24 ore

Piacenza. È ancora allerta rossa per i corsi d’acqua del piacentino, con piogge che nel …