Home / Notizie / Cronaca / Tredicenne si butta dal balcone: il padre l’aveva sgridato per un brutto voto
Tredicenne-si-b13949-piacenza.jpg

Tredicenne si butta dal balcone: il padre l’aveva sgridato per un brutto voto

L’aveva sgridato e, in uno scatto d’ira, aveva rotto la sua Playstation. Grave, ma non in pericolo

Bergamo. È quasi costato la vita ad un ragazzino di 13 anni il brutto voto ricevuto sabato mattina: il padre del ragazzo, infuriato, lo aveva severamente rimproverato, e aveva rotto la Playstation del ragazzino, forse in uno scatto d’ira, forse per punizione. Rimasto solo, il 13enne avrebbe aperto la porta-finestra che conduceva al balcone, e si sarebbe gettato, facendo un volo di una decina di metri e cadendo su di un’aiuola, dove il terreno bagnato ha attutito lievemente la caduta. Il padre, rientrato nella stanza, ha capito subito cos’era accaduto, e ha chiamato i soccorsi: “Lasciatemi qui”, queste le parole del ragazzino ai soccorritori.
Trasportato all’ospedale Papa Giovanni XXIII, è stato operato per numerose fratture, e si trova al momento ricoverato in terapia intensiva: è grave, ma non in pericolo di vita. Il fatto è stato diffuso solo qualche giorno dopo l’accaduto, nonostante i comprensibili tentativi dei genitori di impedirlo.

Potrebbe interessarti

Kwang Song Han, no alla Domenica Sportiva

Kwang Song Han, il perché del NO alla Domenica Sportiva

Kwang Song Han, per tutti Han, in Serie B è uno degli uomini del momento. …