Home / Notizie / Cronaca / Estorsione nel lodigiano: ”Ti brucio vivo se non mi paghi”
Estorsione-nel-13917-piacenza.jpg

Estorsione nel lodigiano: ”Ti brucio vivo se non mi paghi”

Arrestato il 42enne milanese dopo mesi di minacce ed estorsioni

Era ormai da giugno che continuavano le richieste di denaro, accompagnate da sempre crescenti minacce e addirittura aggressioni. La vittima, un 39enne di Piacenza, aveva conosciuto il 42enne milanese residente a Lodi dopo essersi conosciuti per questioni di lavoro, e i due avevano stretto amicizia: amicizia che è durata solo fino a quando, venuto a sapere che l’altro aveva conoscenti in motorizzazione, il 42enne ha cercato di ottenere da lui agevolazioni nel riavere la patente, ricevendo un rifiuto. Da allora sono iniziate le richieste di denaro, a titolo di risarcimento, secondo il milanese, con tanto di minacce di morte esplicite: dalla richiesta di 2000 euro per pagare un autista, a quella di 4mila per l’acquisto di un furgone, sino a persino chiedere soldi per pagare l’affitto.
“Mi fai litigare con mia moglie”, affermava l’aguzzino, per poi continuare con le minacce: “Non arrivi a fine mese, ti brucio vivo”. Ha ottenuto in questo modo circa 2500 euro: ma non sembravano bastare mai, tanto che ha costretto il piacentino a firmare un documento in cui affermava di dovergli 9000 euro, arrivando al punto di schiaffeggiarlo. Il 39enne è riuscito a convincerlo a scrivere sul documento una data in cui sapeva di essersi trovato all’estero, rendendolo così non valido, ma non ce l’ha più fatta a resistere, e ha denunciato il milanese, che è finito agli arresti con la denuncia di estorsione continuata.

Potrebbe interessarti

cane

Cane messo in salvo da due escursionisti sui monti tra Val Nure e Val d’Aveto

Si chiama Birba il segugio messo in salvo grazie all’intervento di due giovani escursionisti, che …