Home / Notizie / Cronaca / Milano. Vigile sospeso spara in comune: ”ho regolato i conti”

Milano. Vigile sospeso spara in comune: ”ho regolato i conti”

Fa irruzione e spara a sindaco e vicesindaco a Cardano. Entrambi gravi

Un vigile urbano, sospeso dal servizio da circa tre anni, è entrato oggi nella sede del Comune di Cardano al Campo (Varese) armato con un fucile a canne mozze e una pistola, e ha esploso alcuni colpi contro il sindaco Laura Prati ed il vicesindaco Costantino Iametti, dopo aver fatto allontanare gli altri dipendenti, colpendo una all’addome e ad un braccio, l’altro a testa e addome. Entrambe le vittime dell’aggressione sono in prognosi riservata. L’uomo, Giuseppe Pecoraro, dopo aver aperto il fuoco, si è recato nella sede del Sindacato Pensionati Italiani, e ha allontanato i presenti, per poi lanciare quello che è apparso come un fumogeno: è stato raggiunto e arrestato, dopo essere stato medicato per alcune contusioni riportate nel fare resistenza alle forze dell’ordine.
L’autore del gesto era stato sospeso dal servizio dopo una truffa avvenuta tra il 2004 e il 2005, riguardante alcuni dipendenti che timbravano i cartellini per i colleghi assenti. Gli è stata tolta la pistola d’ordinanza, ma non le armi che legalmente possedeva, alcune delle quali sono quelle utilizzate oggi; inoltre, è stato trovato in possesso di numerose molotov. Alla base del gesto sembra essere il risentimento per la sospensione.

Potrebbe interessarti

Finti vigili. “Qui per verificare la presenza di amianto.” Messi in fuga da un anziano

Piacenza. È fallito il tentativo di raggiro ai danni di un anziano, nel pomeriggio di …