Home / Notizie / La baby Italia parte forte ad euro 2013. 1-0 a sua Maestà

La baby Italia parte forte ad euro 2013. 1-0 a sua Maestà

Con un eurogol di Insigne la giovine Italia stende l’Inghileterra al debutto.

Parte forte l’avventura ad euro 2013 dell’under 21 di mister Mangia, che schiera un 4-4-2. La risposta degli inglesi capeggiati da Pearce con un offensivo 4-2-3-1.
Parte forte l’Inghilterra che per i primi 10′ minuti di gioco sembrano avere in mano il pallino del gioco, ma la partita è ancora lunga e col trascorrere dei minuti viene fuori l’Italia trascinata da un Lorenzo Insigne che inventa e diverte. Al 10′ un diagonale di Immobile termina di poco sul fondo. Al 12′ Dawson si immola nell’area piccola e salva su Florenzi, l’occasione più ghiotta arriva al 24′: spettacolare uno due tra tra Insigne e Immobile che di testa dal limite serve in area il napoletano, che conclude di poco alto sopra la traversa. Al 34′ episodio da moviola quando Florenzi controlla palla in area, salta Robinson che lo tocca nettamente su un piede. Per l’arbitro Gautier bisogna proseguire. A inizio ripresa l’Italia soffre come nei primi minuti e subisce 2 reti dagli inglesi, fino a quel momento incapaci di reagire, fortunatamente però il direttore di gara annulla entrambe le reti rispettivamente a Wickham nettamente in offside al 3′ e soltanto un minuto dopo a Dawson che di testa da pochi passi insacca precedentemente però c’era stata una spinta ai danni di Bianchetti che ha costretto l’arbitro a fermare il gioco. L’Italia soffre ma reagisce ancora una volta episodio chiave al 33′ quando l’arbitro francese fischia un calcio calcio di rigore per un fallo su Gabbiadini involato a rete, giustamente il collaboratore dell’arbitro segnala che il fallo è avvenuto e cominciato di poco fuori dall’area di rigore.
Sulla palla va il giovane talento napoletano Insigne fino a quel punto uno dei migliori del match, che con una freddezza da grande campione s’inventa un magistrale calcio di punizione che infila l’incolpevole Butland. L’Italia in vantaggio si chiude e fa girare palla senza rischiare più di tanto fino al 50′ ultimo minuto di recupero, quando Verratti stende Chalobah, della punizione se ne occupa Henderson e Bardi è stratosferico nel dire di no a quello che poteva essere un pareggio beffardo.
L’Italia vince e convince all’esordio con un’altra big della competizione, ma con questo spirito e gruppo si può davvero puntare al massimo traguardo.

INGHILTERRA-ITALIA 0-1 (0-0)
INGHILTERRA (4-2-3-1): Butland; Clyne, Caulker, Dawson, Robinson; Lowe, Henderson; Shelvey (30′ st McEachran), Redmond, Sordell (20′ st Chalobah); Wickham (37′ st Delfouneso). In panchina: Rudd, Steele, Smith, Wisdom, Lees, Zaha, Lansbury. Allenatore: Pearce
ITALIA (4-4-2): Bardi; Donati, Caldirola, Bianchetti, Biraghi; Florenzi, Verratti, Marrone (42’st Rossi), Insigne; Immobile (15’st Gabbiadini), Borini (33’st Destro). In panchina: Colombi, Leali, Capuano, Regini, Bertolacci, Crimi, Sansone, Paloschi, Saponara. Allenatore: Mangia.
ARBITRO: Gautier (Francia).
RETI: 34’st Insigne
NOTE: serata calda, terreno in perfette condizioni. Ammoniti: Lowe, Clyne, Bianchetti, Insigne. Angoli: 6-1 per l’Italia. Recupero: 1′; 5′.

Potrebbe interessarti

Via Pozzo. Appartamento in fiamme, donna tratta in salvo dai vigili del fuoco

Piacenza. Non verserebbe, fortunatamente, in gravi condizioni la donna che, intorno alle 20:00 della serata …