Home / Notizie / Cronaca / Chi sarà il nuovo Papa? Ecco i candidati più probabili e le loro schede

Chi sarà il nuovo Papa? Ecco i candidati più probabili e le loro schede

Da Angelo Scola a Sean O’Malley, da Gianfranco Ravasi a Odilio Pedro Scherer

CITTA’ DEL VATICANO (ROMA) – I 115 cardinali elettori sono entrati nella Cappella Sistina per il Conclave ed è stato da poco pronunciato l’extra omnes. Da questo momento la Chiesa è in trepidante attesa di conoscere il nome del nuovo Sommo Pontefice. Il sito ANSA.it ha giocato al “toto-Papa” indicando 13 nomi papabili e scrivendo una breve biografia dei candidati che hanno maggiori possibilità di essere eletti. Ma non è detto che a spuntarla non sia un outsider, un nome nuovo del tutto inatteso. Come accadde con Karol Wojtyla nel 1978.
Chiuse le porte della Cappella Sistina sui giornali di tutto il mondo si rincorrono voci e previsioni sui candidati che più possono aspirare a diventare Papa. Ecco chi sono i 13 “papabili” secondo ANSA.

ANGELO SCOLA – Arcivescovo di Milano, 71 anni.
Così lo descrive l’ANSA: “Grande esperienza pastorale” e ancora “uomo dalla solida dottrina, stimatissimo da Ratzinger”.

SEAN O’MALLEY – Arcivescovo di Boston, 68 anni.
E’ forse il candidato più interessante. E’ un frate cappuccino che non ama il lusso e anzi preferisce vestire il saio e indossare i sandali. “Ha affrontato la piaga della pedofilia nella sua diocesi con pugno di ferro”, scrive ANSA, che ricorda la sua scelta pauperista “di non vivere nel ricco palazzo della Curia di Boston”.

GIANFRANCO RAVASI – Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, 70 anni.
E’ un uomo di straordinaria cultura, dotato di un carisma unico. Biblista di fama, è molto caro a Ratzinger. Ha una mente molto aperta, è un grande comunicatore ed ha interessi trasversali e moderni.

ODILO PEDRO SCHERER – Arcivescovo di San Paolo, 63 anni.
Guida la diocesi più grande del mondo, in Brasile. E’ nella commissione di vigilanza dello Ior, conosce molto bene la Chiesa latinoamericana.

MARC OUELLET – Prefetto della Congregazione dei vescovi, 68 anni.
Il canadese Ouellet è sulla linea teologica di Ratzinger. Secono ANSA “ha una lunga esperienza in Sudamerica, in particolare in Colombia, e guida anche la Pontificia Commissione per l’America Latina”, inoltre è stato “uno degli uomini di Curia più apprezzati dal Pontefice”.

JOHN ONAIYEKAN – Arcivescovo di Abuja, 69 anni.
E’ il candidato numero uno qualora passasse le linea del “Papa nero”. E’ Nigeriano e conosce molto bene la Chiesa africana. Secondo ANSA è stato “attentissimo a non esacerbare le lotte religiose nel suo Paese tra islamici e cristiani, classificandole come contrasti etnici”

PETER ERDO – Arcivescovo di Esztergom-Budapest, 60 anni.
Ungherese, è da tre mandati presidente del Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee (Ccee).

CHRISTOPH SCHOENBORN – Arcivescovo di Vienna, 68 anni.
E’ un frate domenicano, ed è stato allievo di Ratzinger a Ratisbona. Di lui ANSA scrive: “ha animato a lungo il seminario estivo degli allievi del Papa emerito a Castel Gandolfo” ed è “portatore di una visione avanzata, aperta a fronti di discussione anche “scomodi” per le gerarchie come quello sul celibato dei preti”.

PETER TURKSON – Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, 64 anni.
L’arcivescovo emerito di Cape Coast Ha forti legami in Africa ed è fortemente impegnato nel campo della pace tra gli stati africani.

TIMOTHY DOLAN – Arcivescovo di New York, 63 anni.
“Personaggio carismatico”, spiega ANSA, “dalla grande carica umana, imbattibile nelle pubbliche relazioni. E’ a capo della Conferenza episcopale degli Stati Uniti, tribuna dalla quale non ha mancato di imbastire dure polemiche con l’amministrazione Obama contro le leggi sulla sanità che avrebbero obbligato anche gli ospedali cattolici alle pratiche abortive, lanciando ripetuti allarmi contro gli attacchi alla libertà religiosa”.

GIUSEPPE BETORI – Arcivescovo di Firenze, 66 anni.
Ha subito un attentato a Firenze, da cui è uscito rafforzato nell’immagine. E’ il più giovane cardinale italiano ed è considerato un seguace di Ruini.

LUIS ANTONIO TAGLE – Arcivescovo di Manila, 55 anni.
Il filippino Tagle è il secondo cardinale più giovane del Sacro Collegio. “Uomo di grande spiritualità, è considerato un trascinatore di folle”, spiega ANSA. “Amatissimo dai suoi connazionali, è l’astro nascente dell’episcopato asiatico, con in più la particolarità di essere figlio di una cinese”.

FRANCISCO ROBLES ORTEGA – Arcivescovo di Guadalajara (Messico), 64 anni.
Amatissimo in Messico per la sua battaglia contro la criminalità e la violenza, è giudicato un uomo molto coraggioso.

Potrebbe interessarti

Lupa di sei mesi trovata uccisa con un colpo di fucile al Parco dello Stirone

Piacenza. Giunge dall’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale “Parchi del …