Home / Notizie / Sci alpino. Dal trofeo Topolino al podio del Super-G femminile ai Mondiali

Sci alpino. Dal trofeo Topolino al podio del Super-G femminile ai Mondiali

La carriera di Tina Maze, Lara Gut e Julia Mancuso iniziò in Italia nella fucina di talenti

Chissà se ieri, mentre venivano premiate con le medaglie iridate, le vincitrici del super-g femminile ai Mondiali di sci alpino in corso a Schladming (Austria) si sono ricordate che la loro carriera iniziò qui in Italia, partecipando al Trofeo Topolino Sci Alpino. Sì perché potrebbe fare un certo effetto scorrere le classifiche del Trofeo Topolino e trovare qua e là i nomi di Tina Maze (SLO), Lara Gut (SUI) e Julia Mancuso (USA).
Tutte e tre le neo medagliate di ieri hanno calcato le piste dell’evento giovanile dello sci alpino per eccellenza (in programma a Folgaria l’8 e 9 marzo prossimi con la 52.a edizione), la manifestazione considerata l’Olimpiade bianca inconfutabilmente ormai fucina di grandi talenti. Che si sia saliti sul podio oppure no. Ne sa qualcosa Tina Maze, che nonostante non abbia mai vinto al Trofeo ieri si è messa al collo la medaglia d’oro mondiale. Lara Gut invece la ricordiamo sorridente sul gradino più alto allo slalom dell’edizione 2006 e seconda nella combinata, mentre Julia Mancuso si piazzò terza nella prova tra i pali stretti al Trofeo Topolino del 1999. Ma anche altre hanno indossato il pettorale della famosa kermesse giovanile. Tra queste spicca Lindsey Vonn, la statunitense sfortunata ieri nel super-g, che, debuttante sulla scena internazionale al Trofeo del 1998 – restò con l’amaro in bocca per il 2° posto conquistato, ma ritornò più agguerrita che mai nell’edizione successiva vincendo il Trofeo Topolino del 1999, davanti a Veronika Zuzulova (la slovacca campionessa mondiale junior in slalom nel 2002) e alla connazionale Mancuso.
Anche in campo maschile, nel supergigante mondiale di oggi sembrava di essere tornati indietro nel tempo alle passate edizioni del Trofeo Topolino, con nomi come Werner Heel (terzo nel gigante nel 1995), Thomas Mermillod Blondin (primo nel ’97 e ’99 e secondo nel ’96 sempre nel gigante), Christof Innerhofer (terzo nel 1997) e ancora Ivica Kostelic o Andrew Weibrecht, a riempire la starting list.
Insomma la magia del Trofeo Topolino continua ininterrotta sin dalla prima edizione del 1958 ad oggi, e per certo proseguirà negli anni a venire. Tutti i più grandi campioni hanno vissuto l’atmosfera speciale e magica che solo la kermesse Disney riesce a regalare ogni anno: Gustav Thoeni, Piero Gros, Renate Götschl, Anita Wachter, Pernilla Wiberg, Janica Kostelic, Christian Neureuther, Pauli Accola, Ingemar Stenmark, Marc Girardelli, Sebastien Amiez, Andreas Wenzel, Jure Kosir, Pirmin Zurbriggen. E ancora Benjamin Raich, Tanja Poutiainen, Anja Paerson, Jean Baptiste Grange, Giorgio Rocca, Deborah Compagnoni, Karen Putzer, Isolde Kostner, Kristian Ghedina… solo per citarne alcuni.
Folgaria sta già "scaldando" i motori e preparando le due piste che saranno il palcoscenico della prossima edizione del Trofeo Topolino al via l’8 e 9 marzo, ma la fase internazionale sarà anticipata come di consueto da una selezione per la rappresentativa italiana, lunedì 4 e martedì 5, con gli sci club della penisola chiamati a guadagnarsi un posto in squadra, anzi, nelle due squadre Italia A e Italia B, che poi andranno a sfidare il resto del mondo pochi giorni più tardi. Le gare di slalom si svolgeranno sulla pista Martinella Nord e quelle di gigante sull’Agonistica, con traguardo su un unico parterre, che non mancherà di sommergere gli atleti con un tifo da stadio. Il livello agonistico sarà alto, la voglia di vincere tanta.
Conviene esserci a Folgaria quando saranno in pista i giovani protagonisti della 52.a edizione del Trofeo Topolino perché tra questi, vincitori o meno, ci sono già i futuri campioni.

Potrebbe interessarti

Finti vigili. “Qui per verificare la presenza di amianto.” Messi in fuga da un anziano

Piacenza. È fallito il tentativo di raggiro ai danni di un anziano, nel pomeriggio di …