Home / Notizie / Web: strumento utile che può rappresentare una minaccia per la mente
Web-strumento-12940-piacenza.jpg

Web: strumento utile che può rappresentare una minaccia per la mente

Alcuni studi ci aiutano a capire come la navigazione in rete possa influenzare in negativo le abitudini quotidiane

Internet è da sempre considerata un’efficace fonte di informazio-ne e un mezzo di comunicazione di massa, al pari della televisio-ne,della radio e dei giornali. Di recente stanno emergendo le prime ricerche che riguardano il rapporto tra l’uomo e il web. I risultati sono impressionanti: in linea generale è emerso che internet potrebbe renderci più soli, più depressi e più ansiosi.
Nel 2010 nell’università del Maryland è stato chiesto a 200 studenti di rimanere scollegati dalla rete per 24 ore e di registrare le proprie sensazioni. La maggior parte dei volontari ha ammesso di aver provato un vero e proprio senso di malessere e di essere consapevole della propria dipendenza.
La realtà virtuale rappresenta una droga, senza la quale ci si può sentire male e si può provare un senso di angoscia.
Pochi mesi fa la Missouri University ha seguito le abitudini web di 216 ragazzi, il 30% dei quali mostrava segni di depressione. I risultati dell’esperimento rivelano che i ragazzi depressi erano i visitatori più assidui della rete, nonché i più legati a chat, e-mail e videogiochi. Non sorprende che siano gli adolescenti a mostrare una maggiore dipendenza nei confronti di internet, in quanto si avvicinano a questo strumento spesso senza un controllo da parte di un adulto.
Gli scienziati stanno avanzando l’ipotesi che il mondo virtuale possa aumentare la gravità di alcune patologie mentali, fra cui il disordine da personalità multipla.
Le prospettive non sembrano certo rosee e proprio per questo è necessario prendere realmente il controllo della rete, per impedire che essa si sostituisca alla vita reale.

Potrebbe interessarti

ordigno

Cò Trebbia. Scoperto in un campo ordigno della Seconda Guerra Mondiale

Calendasco (Piacenza). È stato ritrovato nel primo pomeriggio di lunedì 16 ottobre, in località Cò …