Home / Notizie / Tennis. Australian Open. Se il buongiorno si vede dal mattino
Tennis-Austral12896-piacenza.jpg

Tennis. Australian Open. Se il buongiorno si vede dal mattino

Per il tennis italiano è notte fonda. Al secondo turno solo 2 nostri rappresentanti su 11

Peggio di così era difficile iniziare. Se il buongiorno si vede dal mattino, il 2013 del tennis italiano si preannuncia sideralmente distante dall’ultimo triennio tanto ricco di soddisfazioni (più in rosa che in azzurro, per dirla tutta). Il bilancio del primo torneo importante dell’anno, gli Australian Open, dopo il primo turno recita infatti: 2 avanti, tutti gli altri (e le altre) 9 subito fuori. Pur se il giudizio globale è pesantemente negativo, proviamo a non fare di tutta l’erba un fascio e quindi dividere le prestazioni dei nostri(e) in tre fasce.
SI’: Molto solida la prestazione di Andreas Seppi, che si è sbarazzato in tre set dell’argentino Zeballos, numero 67 del mondo. Stesso discorso per Roberta Vinci, che ha avuto ragione in due della spagnola Soler Espinosa.
NI: Simone Bolelli ha mostrato qualche segnale di ripresa contro il polacco Janowicz, rivelazione di fine 2012; Paolo Lorenzi ha combattuto alla pari, riuscendo quasi a portare il match al quinto, contro il bombardiere sudafricano Anderson; Filippo Volandri è stato in partita per quasi due set contro un avversario all’apparenza proibitivo come il francese Simon. Francesca Schiavone è riuscita addirittura a strappare un parziale alla ceca Kvitova, numero 8 e vincitrice di Wimbledon 2011.
NO: Flavio Cipolla ci ha come al solito generosamente provato, ma 6 games in 3 set contro il tedesco Kamke sono un pò pochini; Fabio Fognini si butta via con un avversario assolutamente alla sua portata (forse era questo il problema), lo spagnolo Bautista Agut. Camila Giorgi continua ad essere la bella incompiuta del tennis italiano, perdendo male contro la francese Foretz, di classifica nettamente inferiore (74 contro 101); Karin Knapp cede ad un’altra qualificata, la portoghese Koehler; dulcis in fundo (?) la numero 7 del mondo e “quartifinalista” all’edizione dell’anno passato Sara Errani, battuta 6-4 6-4 dalla pericolosa, per carità, ma pur sempre mestierante, spagnola Suarez Navarro.

Potrebbe interessarti

braci

Bettola. Le braci gettate causano un incendio. Sul posto i vigili del fuoco

Bettola (Piacenza). Sarebbe stato il gesto di ignoti, che avrebbero gettato a lato della strada …