Home / Notizie / Cronaca / Piacenza. Santa Lucia è arrivata. Il risveglio più bello che un bimbo possa sognare
Piacenza-Santa12788-piacenza.jpg

Piacenza. Santa Lucia è arrivata. Il risveglio più bello che un bimbo possa sognare

Insieme al suo fedele asinello Santa Lucia ha visitato le case di tutti i bambini lasciando i suoi doni

Il mattino del 13 dicembre è per i bambini di Piacenza un giorno molto speciale. Santa Lucia, nella notte, visita le case dei fanciulli più buoni insieme al suo fedele asinello, lasciando doni e dolci vicino alle scarpine o carbone per i più monelli. Santa Lucia (nata nell’anno 283 e vissuta fino al 304) era una una giovane, orfana di padre, appartenente ad una ricca famiglia di Siracusa, che era stata promessa in sposa ad un pagano durante il regno di Diocleziano. La madre di Lucia, Eutichia, era molto malata e da anni aveva sperimentato ogni tipo di cura senza trovare giovamento. Insieme alla figlia decise quindi di recarsi in pellegrinaggio al sepolcro di S. Agata per pregare e chiedere una grazia al cielo. Durante la veglia Lucia cadde addormentata e vide in sogno S. Agata in gloria che le disse: “Lucia, perché chiedi a me ciò che puoi ottenere tu stessa per tua madre?”.
Eutichia guarì miracolosamente e, tornata a Siracusa, Lucia comunicò alla madre la sua ferma decisione di consacrarsi a Cristo. Il suo promesso sposo, preoccupato nel vedere dilapidare il patrimonio sul quale sperava di mettere le mani (Lucia, infatti, prima di prendere i voti donò tutti i suoi averi ai poveri), la denunciò come cristiana. Erano, infatti, ancora vigenti i decreti di persecuzione emanati dall’Imperatore Diocleziano.

Potrebbe interessarti

petardi

Via Boselli. Ordigno scagliato dal finestrino dell’auto spacca una vetrina

Piacenza. Spiegata la fonte del forte boato avvertito nel cuore della notte fra sabato 13 …