Home / Notizie / Cronaca / Economia: la fine della crisi è ancora lontana. Il 2013 sarà l’anno peggiore

Economia: la fine della crisi è ancora lontana. Il 2013 sarà l’anno peggiore

In aumento il tasso di disoccupazione e in calo il Pil

L’Istat per quest’anno prevede un ”rilevante incremento” del tasso di disoccupazione, fino al 10,6%. Mentre nel 2013 il tasso continuerebbe a salire raggiungendo il 11,4% ”a causa del contrarsi dell’occupazione”, unito all’aumento dell’incidenza della disoccupazione di lunga durata.
L’Istat annuncia inoltre la previsione per quest’anno di una riduzione del prodotto interno lordo italiano pari al 2,3%, mentre per il 2013, ”nonostante l’attenuazione degli impulsi sfavorevoli ed un moderato recupero dell’attivita’ economica nel secondo semestre”, la variazione media annua resterebbe leggermente negativa (-0,5%).
La spesa privata per consumi dovrebbe registrare quest’anno una contrazione del 3,2%. E’ la previsione dell’Istat nelle Prospettive per l’economia italiana nel 2012-2013. Nel 2013, la spesa dei consumatori risulterebbe ancora in calo (-0,7%),per “le persistenti difficoltà sul mercato del lavoro e della debolezza dei redditi nominali”

Potrebbe interessarti

Trebbia

Trebbia preso d’assalto. Tarasconi: “bene per il territorio, ma il turismo va gestito”

«Una maggiore affluenza di turisti in Valtrebbia e il Valnure era prevedibile dopo il lockdown, …