Home / Notizie / Paralimpiadi. Alex Zanardi. Le tre lezioni del campione bolognese

Paralimpiadi. Alex Zanardi. Le tre lezioni del campione bolognese

Il significato dietro ai due ori nella handbike dell’ex pilota di F1

Un fenomeno. Di forza e di volontà. Se quando era un pilota pestava “sull’acceleratore ed era il motore a fare fatica, qui il motore” è lui, Alex Zanardi. Quando ormai undici anni fa fece quel terribile incidente, pensai che forse per il pilota bolognese sarebbe stato meglio morire sul colpo, piuttosto di dover sopportare sofferenze atroci, e poi trascorrere il resto della sua vita senza gambe. Senza gambe. Zanardi scelse invece di aggrapparsi alla vita, dandomi così la prima lezione.
Quando a cinque anni dal Lausitz riprese ufficialmente a correre, pensai: è matto. E mi diede la seconda lezione. Quando due anni fa annunciò che si sarebbe preparato per partecipare alla Paralimpiade di Londra su handbike, ero come minimo scettico. Tra mercoledì e ieri, Alex mi ha dato la terza e per ora ultima, vincendo due ori sconfiggendo i mostri sacri della specialità. Grazie Alex, per le tue lezioni e per essere diventato un esempio anche per tutti noi “normali”.

Potrebbe interessarti

Persecuzioni e sassi contro la finestra dell’ex cognata. 60enne arrestato

Piacenza. Sarebbero due sessantenni piacentini, ex cognati, i protagonisti di una vicenda che si sarebbe …