Home / Notizie / Cronaca / Piacenza. Sciopero della fame per 300 detenuti: ”amnistia subito”
Piacenza-Sciop12008-piacenza.jpg

Piacenza. Sciopero della fame per 300 detenuti: ”amnistia subito”

Iniziativa del Partito Radicale in favore dell’amnistia per le condizioni delle carceri

Piacenza – Quattro giorni di sciopero della fame. Anche dalle Novate si solleva la voce di protesta con l’adesione all’iniziativa nazionale indetta dal Partito Radicale in favore dell’amnistia. Trecento i detenuti che da oggi al 21 luglio rifiuteranno il cibo per le condizioni "inumane e intollerabili", fanno sapere, derivanti dal sovraffollamento cronico della struttura circondariale piacentina. A condividere l’ennesimo allarme lanciato da Marco Pannella stavolta c’è anche una lettera aperta al Presidente della Repubblica promossa dal professor Andrea Pugiotto e sottoscritta da oltre cento professori ordinari di Diritto Costituzionale, di Diritto Penale e di Procedura Penale.
La giurisprudenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha condannato più volte l’Italia per le sistematiche violazioni dell’art. 6 Cedu, sotto il profilo della durata non ragionevole dei suoi processi.
Puoi approfondire questo argomento leggendo anche Piacenza 24.

Potrebbe interessarti

Nuovo Ospedale Fiorenzuola

Ospedale di Fiorenzuola. Eccellenza in Emilia, pronto nel 2019

FIORENZUOLA – Il Nuovo Ospedale sarà completato entro il 2019: dall’inizio del nuovo anno sarà …