Home / Notizie / Cronaca / 22 giugno, sciopero nazionale. L’Italia in ginocchio. Fermi aerei, traghetti e treni

22 giugno, sciopero nazionale. L’Italia in ginocchio. Fermi aerei, traghetti e treni

Ventiquattro ore di sofferenza per uno sciopero indetto dalle sigle di settore

PIACENZA – Il 22 giugno sarà un giorno difficile e non solo per i pendolari che ogni giorno dalla nostra città si spostano verso Milano. Anche Roma e le grandi città potrebbero essere messe in ginocchio dallo sciopero generale che per 24 ore paralizzerà i trasporti pubblici (treni, aerei, traghetti, bus, ecc.). “Ventiquattro ore di sofferenza per uno sciopero indetto dalle sigle di settore: Usb, Or.S.A. CUB, Cib-Unicobas, Snater, USI e SI-Coba e a cui aderisce anche il personale Trenitalia che si fermerà dalle ore 21 del giovedì 21 giugno, per le canoniche 24 ore”, riporta Yahoo Notizie. “Tuttavia, i trasporti garantiti nelle sole fasce orarie protette: nel caso delle ferrovie i treni viaggeranno dalle 6 alle 9 del mattino, e dalle 17 alle 20.Più diversificato il panorama della stasi di metro, bus e tram, con annesse variazioni locali”.
ROMA – Nella Capitale, come comunicato dall’Agenzia per la mobilità, saranno rispettate le fasce orarie da inizio servizio e sino alle 8,30 e tra le 17 e le 20. Lo stop alla circolazione dei mezzi pubblici potrà scattare dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Per il servizio gestito da Atac (bus, tram, metrò e ferrovie regionali), la protesta prende il via alle 9 e non alle 8,30. Le linee di bus gestite da Roma Tpl potranno fermarsi a partire dalle 8,30.
MILANO – Dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio si ferma il personale di ATM. Sul versante Trenord, sono garantiti i treni dalle 6 alle 9, e dalle 18 alle 21, e i convogli la cui partenza sia fissata per un’ora antecedente l’inizio dello sciopero o il cui arrivo a destinazione sia previsto entro un’ora dall’inizio dell’astensione dal lavoro.

Potrebbe interessarti

Persecuzioni e sassi contro la finestra dell’ex cognata. 60enne arrestato

Piacenza. Sarebbero due sessantenni piacentini, ex cognati, i protagonisti di una vicenda che si sarebbe …