Home / Notizie / Cronaca / Attentato a Brindisi. Giovanni Vantaggiato ha confessato

Attentato a Brindisi. Giovanni Vantaggiato ha confessato

L’assassino ha colpito ”in orario diurno e non notturno perché di notte non c’era nessuno”

Il mostro ha un nome. Giovanni Vantaggiato, 68 anni, è il reo-confesso della bomba che, esplodendo lo scorso 19 maggio davanti alla scuola “Morvillo-Falcone” di Mesagne, in provincia di Brinidisi, uccise una ragazza di appena 16 anni. Cataldo Motta, il procuratore capo della Direzione distrettuale antimafia di Lecce, ha spiegato che Vantaggiato, durante l’interrogatorio svoltosi ieri sera, ha dichiarato di aver deliberatamente colpito
“in orario diurno e non in orario notturno perché di notte non c’era nessuno”.
Secondo gli inquirenti, il killer, rientrato a casa dopo l’attentato, avrebbe pranzato in tutta tranquillità con la moglie e i nipoti.

Potrebbe interessarti

Musica ad alto volume nel locale, titolare dà in escandescenze: “Chiamo Barbara D’Urso”

Piacenza. Sarà processata per direttissima la titolare di un bar della zona di viale Dante, …