Home / Notizie / Cronaca / Siria. Il governo di Damasco caccia i diplomatici occidentali

Siria. Il governo di Damasco caccia i diplomatici occidentali

La decisione in seguito all’espulsione di quelli asiatici dai Paesi in cui erano stati inviati

“La dichiarazione dei diplomatici occidentali come persone non grate è una risposta all’espulsione degli ambasciatori siriani dai Paesi in cui erano inviati. Continuiamo a credere nel dialogo per risolvere i problemi e le crisi in atto e speriamo che i Paesi che per primi hanno preso questo provvedimento possano porre in essere iniziative per la ripresa dei rapporti diplomatici con il nostro Paese”. Questa la nota ufficiale del ministero degli Esteri di Damasco.
Nella lista nera degli ambasciatori figurano quelli di Stati Uniti, Italia, Francia, Gran Bretagna, Spagna, Svizzera, Turchia e gli incaricati d’affari di Belgio, Bulgaria, Canada e Germania; negli scorsi giorni era già stato definito “persona non grata” il rappresentante dell’Olanda.
La Farnesina ha sottolineato come l’Italia abbia richiamato il suo ambasciatore e l’intero staff diplomatico già dallo scorso 14 marzo.

Potrebbe interessarti

Persecuzioni e sassi contro la finestra dell’ex cognata. 60enne arrestato

Piacenza. Sarebbero due sessantenni piacentini, ex cognati, i protagonisti di una vicenda che si sarebbe …