Home / Notizie / Ciclismo. Presentata la quindicesima edizione della Sei giorni delle Rose

Ciclismo. Presentata la quindicesima edizione della Sei giorni delle Rose

La kermesse si terrà al Velodromo Pavesi di Fiorenzuola d’Arda dal 10 al 15 luglio

Fiorenzuola (Piacenza) – Sarà un mese di luglio entusiasmante quello del Velodromo Attilio Pavesi di Fiorenzuola. Dal 10 al 15 luglio l’impianto dedicato all’olimpionico di Caorso, scomparso nel 2011, farà da teatro alla quindicesima edizione della Sei Giorni Internazionale delle Rose, mentre dal 5 all’8 luglio ai Campionati Italiani giovanili su pista. La presentazione dei due eventi si è tenuta martedì 10 aprile a Fiorenzuola. Al Teatro Verdi di Fiorenzuola, gremito in ogni ordine di posto, Claudio Santi, vicepresidente dell’Unione Internazionale Velodromi, e Stefano Bertolotti, voce della Sei Giorni delle Rose e del Giro d’Italia, hanno raccontato la storia degli uomini che hanno scritto la storia del glorioso Velodromo Pavesi: Girardengo, Coppi, Moser, Bugno, Cavendish e delle ragazze Van Morsel, Ballanger, Cappellotto e Bronzini; il velodromo che ha accolto le imprese di 133 Campioni del Mondo e applaudito 26 Ori Olimpici.
Dopo un collegamento in diretta con l’anello intitolato ad Attilio Pavesi, dove Alberto Dallatana ha mostrato il nuovo mosaico Pavinord con il rinnovato logo della Sei Giorni e la scultura in acciaio dedicata allo stesso Pavesi, Stefano Bertolotti e Claudio Santi hanno lanciato la quindicesima edizione delle Sei Giorni Internazionale delle Rose, una delle sette sei giorni mondiali insieme a quelle di Amsterdam (15/20 ottobre 2012), Gand (20/25 novembre 2012), Rotterdam (3/8 gennaio 2013), Brema (10/15 gennaio 2013), (Berlino 24/29 gennaio 2013) e Copenhagen (31 gennaio/5 febbraio 2013) Copenhagen (Danimarca).
Tanti gli ospiti d’eccezione intervenuti al Teatro Verdi Marco Villa, commissario tecnico della Nazionale Italiana della pista, ha ricordato le straordinarie emozioni vissute a Fiorenzuola: “Nel mio calendario – ha raccontato Villa – la Sei Giorni delle Rose non é mai mancata, ne ho fatte dieci. Per me é sempre stata la sei giorni dove mi sentivo a casa “.
Continua su www.piacenza24.eu

Potrebbe interessarti

Aree verdi. Barbieri: “le useremo per i centri estivi e per lo sport”

PIACENZA – Come intende utilizzare il Comune di Piacenza i parchi e le aree verdi …