Home / Notizie / Cronaca / Ocse si congratula con Monti per le misure intraprese in Italia
Ocse-si-congrat11147-piacenza.jpg

Ocse si congratula con Monti per le misure intraprese in Italia

Anche il Wall Street Journal elogia il premier italiano: E’ come la Thatcher, rara occasione per l’Italia

Rapporto Eurozona. Bruxelles – “Monti è l’uomo giusto, al momento giusto, nel posto giusto, approviamo tutte le misure che ha preso e spero che anche la riforma del lavoro sia approvata parlamento il prima possibile”, questo quanto ha detto il segretario generale dell’Ocse Angel Gurria, a margine della presentazione del rapporto sull’Eurozona. “I Paesi che che si trovano sotto stretto scrutinio dei mercati devono rispettare i target di bilancio ed essere pronti a nuove misure di consolidamento se necessario”: è quanto invece si legge nell’ultimo rapporto Ocse sull’Eurozona, secondo cui “serviranno molti anni per raggiungere un livello ‘prudente’ di debito/pil”.
“Gli squilibri economici nella zona Euro sono stati affrontati in modo incompleto, creando una nuova instabilità a metà 2011”, e ciò rende “necessario aumentare il fondo salva-Stati per fornire sostegno credibile ai Paesi vulnerabili”.
E ancora: “Le recenti misure per risanare i conti prese da Grecia, Italia, Portogallo e Spagna sono passi importanti ma le sfide restano ancora spaventose”.
Angel Gurria, si esprime a favore della riforma del lavoro varata dal Governo e si “congratula” con l’esecutivo Monti per aver proposto al parlamento un pacchetto di misure ad ampio raggio. “La riforma – afferma – è un passo decisivo per risolvere i principali problemi del mercato del lavoro italiano”. “L’Ocse, spiega Gurria, “continuerà a supportare le autorità italiane in questo ambiziosa agenda di riforma. Le misure adottate” – sottolinea – “possono contribuire a risolvere i persistenti problemi del mercato del lavoro, come la bassa occupazione delle donne, la disoccupazione giovanile, aumentata in modo particolare con la crisi”.
Per quanto riguarda la cifra del salva-Stati, il segretario ritiene che debba andare oltre le aspettative dei mercati, “per dimostrare loro volontà e capacita, perché non è questione di impegno ma di riuscire a convincerli”. Quindi “più è grande il fondo salva-Stati e meglio è”.

Potrebbe interessarti

Carabinieri

Danni alle auto in sosta, poi l’aggressione ai carabinieri. Denunciato un 16enne

Pontenure (Piacenza). Dovrà rispondere delle accuse di danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale un 16enne …