Home / Notizie / Musica / Noemi apre il Rosso Noemi Tour con un tutto esaurito a Roma
Noemi-apre-il-R11136-piacenza.jpg

Noemi apre il Rosso Noemi Tour con un tutto esaurito a Roma

Emozionanti sorprese come il duetto con Curreri e ospite d’eccezione Fiorella Mannoia

La data zero è stata quella di qualche giorno fa (22 marzo) a Crema, ma il vero debutto l’ha fatto a Roma, sua città natale, ieri all’Auditorium Parco della Musica, con un “tutto esaurito”. Il concerto – durato circa 2 ore (standard) – ha visto l’esibizione di Noemi in circa 20 canzoni e riservato al pubblico anche emozionanti sorprese. Tra queste l’esecuzione per la prima volta in un duetto “Vuoto a perdere” con Gaetano Curreri, coautore del brano insieme a Vasco Rossi. Sorpresa accolta dal pubblico con molto entusiasmo.
Altro ospite d’eccezione, Fiorella Mannoia, con cui Noemi ha eseguito il loro grande successo, “L’amore si odia”. Noemi, in pantaloni neri e camicia in tinta di seta, ha alternato brani del suo ultimo album ‘Rossonoemi’, riuscito in edizione arricchita dopo Sanremo, e dal suo primo Cd, “Sulla mia pelle”, regalando però anche cover di “La Cura di Battiato”, ”Bugiardo e incosciente”, resa famosa da Mina e con un omaggio finale a Etta James, morta quest’anno, ”Damn your eyes”.
”E’ una di quelle cantanti con cui sono cresciuta e mi emoziona essere nata il suo steso giorno”, ha detto Noemi. La cantante ha dimostrato la sua intensità interpretativa in brani come ”Poi inventi il modo” scritta per lei da Federico Zampaglione con cui Noemi ha aperto il concerto accompagnandosi anche al piano, scatenando anche il pubblico con arrangiamenti piu’ rock come quello di ”Odio tutti i cantanti”, scritta da Diego Mancino. Sul palco con lei i chitarristi Giacomo Castellano e Bernardo Baglioni, il bassista Gabriele Greco, Marcello Surace alla batteria e Lele Fontana alle tastiere. Il Rosso Noemi Tour continuerà il 5 aprile al teatro Dal Verme, proseguendo per altri teatri sparsi per l’Italia.

Potrebbe interessarti

delmonte

Delmonte (LN): “Iren faccia bidoni più grandi per semplificare la ‘differenziata’ delle persone invalide”

“Perché Iren non fornisce alle persone con disabilità contenitori più grandi così da dilatare i …