Home / Notizie / Gossip / Enzo Paolo Turchi. Tutta la verità sull’Isola e Antonella Elia

Enzo Paolo Turchi. Tutta la verità sull’Isola e Antonella Elia

Enzo Paolo intervistato da Davide Maggio, che non esita un attimo a raccontare i retroscena dell’Isola

Davide Maggio non poteva farci restare col dubbio di cosa, veramente, sia successo sull’Isola dei famosi tra Antonella Elia, Max e gli altri naufraghi. Lo stesso Enzo Paolo, appena rientrato dall’Isola dei Famosi 9, aveva bisogno di sfogarsi. E non ha potuto fare a meno di raccontare la sua versione, di quello che è successo negli ultimi giorni di permanenza a Cayo Paloma, in un clima di offese e prepotenze, che le telecamere non hanno ripreso – e non si capisce il perché – clima talmente pesante, che Turchi ha deciso di abbandonare l’isola, per timore di cedere alla tentazione di reagire alle provocazioni.
Lo sfogo di Enzo Paolo non è solo contro Antonella Elia, ma anche contro un televoto che premia le “nullità” e un Isola trasformata in Grande Fratello (tranne che per il flop, almeno per il momento). Ad ogni modo per quanto riguarda la sua permanenza in generale, Turchi ammette: “Benissimo, perché sono riuscito a farmi conoscere”, a differenza dell’edizione del 2005, dove aveva “lasciato un’immagine che faceva un pò ‘discutere'”.
Alla domanda riguardante il suo ritiro risponde: “No, io mi sono ritirato proprio per portare a termine l’Isola da naufrago. L’Isola non era più da naufraghi: non si pescava più, non si faceva niente, si parlava solo e c’erano offese talmente gravi che non ho avuto più interesse nel continuare. Non ero lì per fare del gossip”. Inutile dunque anche restare per combattere, quando c’era “uno che ti chiamava ‘stronzo’. Dovevi metterti allo stesso livello e cadere nel tranello della persona. E’ paradossale che all’Isola dei famosi siano usciti tutti quelli che erano partiti e che erano famosi per davvero”. Ma il problema principale resta la Elia: “Doverosa una premessa: quando si è naufraghi, ognuno ha un ruolo definito. Io pescavo, Valeria faceva i ricci etc. D’altronde se nella vita esiste il capoufficio c’è un motivo: la gente va gestita e fin quando facevo io il capo non si è perso mai niente, ora neanche la macchina del caffè hanno. Dunque, quando arriva la Elia che mi dice ‘Tu non cucini più d’adesso in poi’ è naturale che sorgano dei problemi. Io insegno, non posso permettermi che offendano me né tanto meno mia moglie, solo per farmi arrabbiare”. Prosegue infatti parlando delle offese che la Elia ha rivolto non solo alla moglie. “Quelle che ha ricevuto la signora Marini sono assurde. Io le sono amico e la stimo anche perché ha avuto una grande forza nel controllarsi. Le è stato detto di tutto, ‘sei una maiala, fai schifo, sei una merda’, dalla mattina alla sera tant’è che Valeria sperava di essere eliminata. Non si poteva accettare”. Dunque perché il pubblico non ha eliminato Antonella? Secondo Turchi è una questione che riguarda il meccanismo del televoto, lo stesso motivo per cui è stata eliminata la moglie Carmen Russo: “la gente non voterebbe per far uscire una nullità, non la nota. Parlo di nullità artistiche sia ben chiaro. E’ un fattore psicologico, e purtroppo questo è accaduto perché ci sono dei personaggi che non hanno lo spessore degli altri. La riprova è che sono rimasti gli sconosciuti. Il problema dell’Isola è che quest’anno è diventata tra virgolette il Grande Fratello con gente sconosciuta”.
Per quanto riguarda la questione degli spintoni a Max e le immagini trasmesse, Enzo Paolo afferma di credere in quello che dice il naufrago. “Max è uno di 47 anni, che non si mette a dire le bugie, è uno sportivo. C’è un regolamento che dice che con qualsiasi atto di violenza, la persona dopo 5 minuti deve uscire. Atto di violenza non è solo far uscire sangue dal naso ma anche dare una spinta”. Il perchè queste cose vengano taciute, si sa, è questione di audience. La differenza con il Grande Fratello è proprio questa, non c’e la diretta 24 ore su 24. Si registrano le scene che più possono piacere al pubblico.
Ma ci sono altri nodi, che Davide Maggio, ha fatto arrivare al pettine del coreografo Turchi. Per l’intervista completa vi rimando al blog DM.

Potrebbe interessarti

Persecuzioni e sassi contro la finestra dell’ex cognata. 60enne arrestato

Piacenza. Sarebbero due sessantenni piacentini, ex cognati, i protagonisti di una vicenda che si sarebbe …