Home / Notizie / Gossip / Valerio Scanu vs Pupo. Nessuna denuncia per diffamazione
Valerio-Scanu-v11012-piacenza.jpg

Valerio Scanu vs Pupo. Nessuna denuncia per diffamazione

Davide Maggio nel suo blog smentisce le voci che parlano di una querela per diffamazione di Scanu contro Pupo

Nuovo look per il cantante sardo Valerio Scanu. In occasione del nuovo singolo “Amami” estratto dal nuovo album “Così diverso”, in uscita il prossimo 20 marzo, Valerio cambia look e si presenta con un’acconciatura alla Luigi XVI. Ma non è questo che fa sbizzarrire il gossip riguardo all’ex alunno di “Amici” e vincitore di Sanremo 2010, quanto piuttosto la presunta querela per diffamazione, che sarebbe scattata nei confronti di Pupo, in seguito a delle affermazioni fatte dal cantante riguardo a Sanremo 2010.
Scanu riterrebbe dunque offensive le dichiarazioni rilasciate da Pupo sulla rivista “Panorama”, dove appunto afferma che “Nel 2010 sono stato vittima di un’ingiustizia pazzesca. La mia canzone “Italia amore mio” aveva stravinto, lo sanno tutti. Poi, a un quarto d’ora dalla fine, come per magia, tutta Italia s’è messa a votare per Valerio Scanu. Un trionfo scippato. La Guardia di Finanza sta ancora indagando. […] Se oggi la gara è pulita, è solo perché non girano soldi. E dove non ci sono soldi non c’è neanche corruzione”.
Ovviamente le parole di Pupo non sono rimaste inascoltate e Valerio si è rivolto al suo avvocato Paola Castiglione. La quale ha inviato una lettera per conto del cantante che contestava a Pupo le dichiarazioni fatte sul settimanale “Panorama” e riprese da altri organi di stampa, in quanto offensive non solo nei riguardi di Valerio, ma anche della Rai e del Comune di Sanremo. Ma non è stata presentata alcuna querela.
Lo stesso settimanale ha dichiarato che Scanu avrebbe deciso di querelare Pupo per diffamazione. Ma l’avvocato ha prontamente smentito tale diceria alla stessa redazione “Panorama”, oltre alla presunta indagine della Guardia di Finanza, riguardo alla regolarità del televoto che portò al trionfo il suo assistito. Anzi l’accusa sarebbe decisa a segnalare alle Autorità competenti due altre particolari anomalie riguardanti l’Ariston: la prima riferita proprio al 2010, che vede Pupo ricoprire il doppio ruolo di cantante a Sanremo e dipendente-collaboratore della Rai; la seconda, invece, il perchè della partecipazione al monologo di Adriano Celentano all’ultimo Festival, dopo quanto dichiarato dallo stesso artista toscano sui tarocchi e gli imbrogli della kermesse.
Altre ombre si addensano sul Festival di Sanremo, questo quanto dichiarato da Gossip.it:
Il disturbatore Gabriele Paolini ha reso noto di avere le prove secondo le quali la casa discografica di Emma Marrone, la Universal Magic, avrebbe pagato la Rai per farle vincere Sanremo 2012. Paolini ha affermato di avere una registrazione telefonica in cui Mauro Mazza e Gianmarco Mazzi parlerebbero del pagamento di 1 milione di euro alla Rai proprio della Universal Music. Intanto, Paolini stesso ha depositato, presso la Procura di Genova, una querela per reato di truffa contro la Rai.

Potrebbe interessarti

bosco

Ritrovato privo di vita il 60enne scomparso nei boschi di Ottone

Piacenza. Tragica conclusione per le ricerche del sessantenne di Piacenza del quale non si avevano …