Home / Notizie / Cronaca / Crolla il palco per Pausini, morto un operaio e due i feriti

Crolla il palco per Pausini, morto un operaio e due i feriti

Tragedia a Reggio Calabria ”Il nostro lutto è totale. E devastante. Ciao Matteo”, così la Pausini su Facebook

Oggi pomeriggio un operaio è morto e altri due sono rimasti feriti nel crollo di una struttura del palco in allestimento per stasera che stasera avrebbe dovuto ospitare il concerto di Laura Pausini al Palacalafiore di Reggio Calabria. E’ stato un cedimento strutturale a far crollare e scivolare la struttura metallica, che sovrasta il palco e che si è abbattuta sulle gradinate. La struttura è caduta su alcuni operai, intenti a fissare le illuminazioni aeree, colpendo in pieno uno di loro, morto sul colpo. Gli altri colleghi sono rimasti feriti in modo non grave e poi portati all’ospedale.
La vittima si chiamava Matteo Armelini, 31 anni, di Roma.
La procura della Repubblica di Reggio Calabria ha aperto un’inchiesta sul crollo del palco al Palacalafiore oltre a disporne il sequestro. Vigili del fuoco e polizia stanno facendo i dovuti rilevamenti per cercare di stabilire le cause del cedimento, verificando la sicurezza delle altre strutture presenti nello stabile. Gli altri operai, rimasti fortunatamente illesi, sono dunque stati chiamati a testimoniare l’accaduto in Questura, per aiutare gli investigatori a ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.
Uno dei Testimoni, Luca D. B. tecnico rigger che si occupa dell’ancoraggio dei motori del palco, racconta: “Siamo venuti giù di botto, io sono finito per terra in un secondo, e non ho ancora capito perché”. E prosegue: “Ero sul tetto del palco e stavo proprio lodando le condizioni di sicurezza quando tutto è venuto giù: sono stato il primo a soccorrere quel ragazzo, gli ho sentito il polso ma non c’è stato niente da fare. I soccorsi sono stati immediati ma anche loro hanno capito che eravamo di fronte ad una tragedia”.
La notizia è immediatamente rimbalzata sui social network che ricordano la morte di Francesco Pinna, il giovane operaio travolto e ucciso a dicembre dal crollo del palco in allestimento a Trieste per il concerto di Jovanotti, che interviene subito scrivendo su Twitter: “. Vicino alla famiglia di Matteo Armelini.Molto dolore per quello che è accaduto di nuovo stanotte a Reggio Calabria. Un abbraccio a Laura e alla sua squadra. E’ necessaria una discussione molto seria tra organismi competenti su come possiamo migliorare il livello di sicurezza per noi addetti ai lavori e per il pubblico”. E infine: “Le normative ci sono e nei tour vengono rispettate ma dobbiamo capire tutti noi coinvolti cosa deve cambiare”. Domenica sera, Jovanotti, sul palco di Casalecchio, nel Bolognese, dove ha concluso il suo tour italiano, ha voluto dedicare lo show a Francesco Pinna, l’operaio di 20 anni morto a Trieste nell’allestimento del palco per il suo spettacolo.
Gli organizzatori stravolti dall’accaduto: “Siamo tutti sotto choc per la tragica morte di Matteo Armellini; siamo vicini alla famiglia in questo momento di dolore infinito e ci uniamo al cordoglio per la scomparsa di Matteo”. E’ questa la dichiarazione di Ferdinando Salzano, AD di F&P Group, la società organizzatrice dei concerti di Laura Pausini, a seguito dell’incidente avvenuto a Reggio Calabria. “Matteo si trovata a terra in attesa di iniziare il proprio lavoro – prosegue Salzano – e a causa del cedimento della struttura di appendimento, necessaria per ospitare gli impianti audio, luci e video dell’Inedito World Tour, è stato travolto ancor prima che iniziasse il lavoro di allestimento della nostra produzione, che di fatto non è avvenuto”. Il concerto previsto per stasera è cancellato, e nelle prossime ore saranno resi noti i dettagli relativi al possibile recupero della data. “Ma il pensiero di tutto lo staff F&P Group in viaggio per il mondo con Laura Pausini e di tutto il gruppo di lavoro – sottolinea una nota – va a Matteo Armellini, al dolore della sua famiglia”.
E’ molto e diffuso il dolore e l’amarezza, di una morte così tragica. Questa è già la seconda volta che accade.

Potrebbe interessarti

Finti vigili. “Qui per verificare la presenza di amianto.” Messi in fuga da un anziano

Piacenza. È fallito il tentativo di raggiro ai danni di un anziano, nel pomeriggio di …