Home / Notizie / Volley. Nordmeccanica batte Villa Cortese ora la Final Four di Coppa

Volley. Nordmeccanica batte Villa Cortese ora la Final Four di Coppa

Nuovo traguardo per il Piacenza. Grande battaglia sul limite del pareggio, alla fine vince la Rebecchi 2-3

La Rebecchi Nordmeccanica conquista sul campo di Villa Cortese una vittoria bellissima e sofferta che vale l’accesso alla Final four di Coppa Italia, risultato mai raggiunto in precedenza dalla società piacentina.
La vittoria di Piacenza è arrivata al termine di una lunghissima battaglia che si è risolta solo al quinto set e solamente dopo i punti di spareggio, dopo che entrambe le squadre hanno avuto più volte in mano la palla decisiva.

“È stata una partita molto difficile – commenta Marchesi a fine incontro – ma anche quando eravamo sotto siamo sempre riusciti a stare agganciati.” A chi gli fa notare che Piacenza ha appena eliminato dalla Coppa Italia uno squadrone come Villa Cortese che per due anni consecutivi si è aggiudicato il trofeo, l’allenatore della Rebecchi Nordmeccanica ribatte: “abbiamo una squadra forte, con grandi giocatrici, a volte ci innervosiamo e andiamo incontro a problemi, ma è dal primo giorno che son diventato l’allenatore di Piacenza che mi chiedo dove potrà arrivare questa squadra…”

LA PARTITA
Piacenza apre bene portandosi sul 5-3 a proprio favore, ma Villa Cortese recupera all’istante e pochi minuti dopo piazza sei punti filati che fanno saltare il punteggio dal 9-8 al 15-8. Sul 21-13 Piacenza continua a combattere, Villa Cortese però controlla bene il vantaggio e porta a casa il primo parziale (25-19).

Scambi molto accesi segnano l’inizio del secondo set. Piacenza appare determinatissima. In più di una occasione la Rebecchi Nordmeccanica riesce a prendersi due o tre punti di vantaggio, ma è sempre prontamente riacciuffata dalle padrone di casa. Si arriva al 17 pari: Piacenza allunga ancora (17-19), Villa resta agganciata fina al 19-20. Stavolta Piacenza schizza avanti 19-24, Villa Cortese riesce ad annullare tre set ball ma il set è ormai piacentino (22-25).

Il terzo set inizia con una lunghissima fase punto-a-punto all’insegna di un grande equilibrio, in cui non mancano momenti molto spetrtacolari. Finalmente Piacenza riesce a staccarsi (13-15), ma la reazione di Villa Cortese non si fa attendere (16-15). Ancora Piacenza prova a scappar via (17-19), Villa Cortese non ci sta e pareggia a quota 20. È Villa stavolta ad allungare (23-20), nell’accesissimo finale Piacenza si porta sotto (23-22) ma È villa a chiudere il punteggio: 25-22.

Anche il quarto set si sviluppa sul filo del rasoio, con Villa che conduce e Piacenza sempre lì a non più di un paio di punti di distacco. Piacenza si porta sul 21 a 17, Villa non molla ed è ancora sotto sul 20-22 dopo una fase di scambi incertissimi dove si vede di tutto. Piacenza arriva al 24-20, ancora due punti di Villa poi la Rebecchi Nordmeccanica mette a terra il pallone che manda al tie-break.

Nel tie-break Piacenza fin dall’inizio prova ad allungare di uno-due punti ma Villa è sempre lì. Si arriva al 14 pari, poi è Villa ad avere in mano la palla della vittoria sul 15-14. Il palasport si infiamma, il finale è la giusta sintesi dell’equilibrio visto ieri sera in campo. Fino al pallone che fa decollare Piacenza verso la Final Four e elimina dalla Coppa Italia le campionesse in carica.

LE STATISTICHE

MC-CARNAGHI VILLA CORTESE – REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 2-3 (25-19, 22-25, 25-22, 22-25, 17-19)
MC-CARNAGHI VILLA CORTESE: Berg, Pavan 28, Guiggi 15, Wilson 13, Bosetti L. 12, Cruz 11, Carocci (L), Puerari (L), Perinelli, Pincerato, Bosetti. Non entrate Stufi, Barborkova. All. Abbondanza.
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Dall’Igna 5, Turlea 18, Leggeri 9, Nicolini 14, Pachale 14, Lehtonen 24, Davis (L). Non entrate Mazzocchi, Callegaro, Cella, Kajalina, Malvestito. All. Marchesi.
ARBITRI: Padoan, Balboni.
NOTE – Spettatori 630, durata set: 23′, 26′, 27′, 27′, 21′; tot: 124′.

Potrebbe interessarti

Persecuzioni e sassi contro la finestra dell’ex cognata. 60enne arrestato

Piacenza. Sarebbero due sessantenni piacentini, ex cognati, i protagonisti di una vicenda che si sarebbe …