Home / Notizie / Economia e Diritto / Standard and Poor’s declassa la Francia. L’Italia crolla a BBB+

Standard and Poor’s declassa la Francia. L’Italia crolla a BBB+

Declassate anche Spagna, Portogallo e Austria. Si salva solo la Germania. Affossati Borse e Euro. Nuova impennata degli spread

L’Europa sta crollando e l’Italia “sta andando in malora”, per usare le parole di Umberto Bossi. Con un declassamento a catena che – come ampiamente annunciato nei mesi scorsi – strappa la tripla A alla Francia e fa scivolare l’Italia da A a BBB+, declassando anche Spagna, Portogallo e Austria, Standard and Poor’s condanna senza appello l’Unione Europea, incapace di affrontare la crisi. Secondo quanto riportato dall’Ansa, “la decisione di tagliare il rating di ben 9 Paesi europei sui sedici sotto osservazione (oltre a Italia, Francia, Spagna, Portogallo e Austria sono finiti sotto la scure anche Cipro, Malta, Slovacchia e Slovenia) e’ motivata proprio con quelle che vengono giudicate le insufficienti misure adottate dai governi nelle recenti settimane”.
I mercati hanno immediatamente risentito della notizia. Le Borse europee sono colate a picco, l’euro è finito ai minimi storici e si è assistito ad una nuova impennata degli spread (col minimo storico dei Bund tedeschi il differenziale con i tassi italiani e’ risalito sopra i 500 punti).
Per la Francia di Nicolas Sarkozy il declassamento e’ una sconfitta bruciante. La perdita della tripla A potrebbe costare la poltrona all’inquilino dell’Eliseo. Per l’Italia di Mario Monti la sconfitta non è certo meno bruciante. Per il Belpaese il downgrade è stato addirittura doppio. Per le agenzie di rating BBB+ significa “adeguata capacita’ di rimborso, che pero’ potrebbe peggiorare”.

Vuoi dirmi la tua su questo Editoriale?
Parliamone su Twitter

Potrebbe interessarti

Pieve di Pratolungo. Centauro cade dalla moto, soccorso in eliambulanza

Corte Brugnatella (Piacenza). Rimangono da accertare le cause dell’incidente avvenuto nel primo pomeriggio di domenica …