Home / Ristoranti / La Locanda del Falco
Rivalta è un borgo medievale caratterizzato dalla presenza di uno dei più incantevoli castelli del ducato di Parma e Piacenza. Nel cuore di ques...

La Locanda del Falco

La Locanda del FalcoCucina tradizionale piacentinaloc. Rivalta29010 - Gazzola (PC)Tel. 0523.978101Rivalta è un borgo medievale caratterizzato dalla presenza di uno dei più incantevoli castelli del ducato di Parma e Piacenza. Nel cuore di questo antico borgo arroccato sul fiume Trebbia sorge la locanda del Falco, uno dei santuari della cucina tradizionale piacentina. La selezione delle materie prime, magistralmente esposte nella bottega collocata all'ingesso del ristorante, è sempre eccellente. Ottimi i salumi, accompagnati dalle sfiziose verdure sott'olio fatte in casa. Tra gli antipasti spicca l'insalatina tiepida di cappone, davvero una delizia per il palato. I primi tradizionali sono tutti squisiti: dai…

Giudizio finale

0

su 10

Questo è il giudizio in sintesi da parte dei nostri critici e da parte dei lettori. Vota anche tu, esprimendo la tua valutazione in stelline

User Rating: Be the first one !

La Locanda del Falco
Cucina tradizionale piacentina
loc. Rivalta
29010 – Gazzola (PC)
Tel. 0523.978101

Rivalta è un borgo medievale caratterizzato dalla presenza di uno dei più incantevoli castelli del ducato di Parma e Piacenza. Nel cuore di questo antico borgo arroccato sul fiume Trebbia sorge la locanda del Falco, uno dei santuari della cucina tradizionale piacentina. La selezione delle materie prime, magistralmente esposte nella bottega collocata all’ingesso del ristorante, è sempre eccellente. Ottimi i salumi, accompagnati dalle sfiziose verdure sott’olio fatte in casa. Tra gli antipasti spicca l’insalatina tiepida di cappone, davvero una delizia per il palato. I primi tradizionali sono tutti squisiti: dai pisarei e fasò ai tortelli con le code, passando per gli anolini in brodo, tutto è curato nei minimi dettagli. Tra i secondi abbiamo trovato davvero interessante l’oca alle mele e, naturalmente, il ”carrello dei bolliti”. La carta dei vini è esaustiva, offrendo un’ampia panoramica sui migliori vini locali, arricchita dalla presenza di bottiglie preziose provenienti da altre regioni italiane. Interessante la possibilità di chiedere ”gli orfanelli”, ovvero le bottiglie rimaste sole nella cantina e quindi non più elencate nella carta.

Il costo medio di una cena è di 35 euro, ma con una buona bottiglia si superano facilmente i 40 euro.

Potrebbe interessarti

IMG_8722

Antica Osteria al Cavaliere Nero

Edo e Luisella Rossi accolgono i loro ospiti in un ambiente gradevole e rustico, con richiami al medioevo. La cucina propone i piatti tipici della tradizione ...