Home / Notizie / Cronaca / Teleducato chiude? A rischio 33 posti e la sede di Piacenza
Teleducato-chiu9579-piacenza.jpg

Teleducato chiude? A rischio 33 posti e la sede di Piacenza

Lunedì prossimo il Tavolo di crisi relativo alla vertenza Teleducato. Preoccupato l’assessore regionale alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli. La redazione di PiacenzaNight esprime solidarietà a tecnici e giornalisti

Telemec S.p.A., l’azienda che gestisce TeleDucato Parma e TeleDucato Piacenza, sembra essere fortemente in crisi. L’Associazione della stampa Emilia-Romagna (Aser) ha spiegato che la società di Parma, manifestando gravi problemi di liquidità, avrebbe presentato un piano per smantellare la redazione di Piacenza. Attualmente è già operativo un piano concordato con i sindacati di categoria che prevede il ricorso a contratti di solidarietà, con un sacrificio che riguarda tanto i dipendenti di Piacenza, quanto quelli di Parma. In risposta alle richieste sindacali, la Regione Emilia-Romagna ha convocato per lunedì 19 settembre il Tavolo di crisi relativo alla vertenza Teleducato, con l’obiettivo cercare possibili soluzioni, mettendo a confronto proprietà e lavoratori.

L’assessore regionale alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli ha manifestato grande preoccupazione per le sorti dell’azienda, che tra giornalisti, tecnici, impiegati e agenti occupa 33 persone. “La situazione – spiega l’amministratore ai microfoni di Radio Sound – è aggravata dal fatto che nella comunicazione di avvio della procedura di mobilità, la proprietà ha scritto nero su bianco la necessità di procedere ad un intervento di chiusura della sede di Piacenza”. “Inoltre – ha aggiunto l’assessore – ogni azienda che avvia procedure di mobilità è un brutto segnale per quel territorio. Ogni ipotesi di riduzione o chiusura di redazioni significa un indebolimento della qualità e quantità di informazione e quindi di trasparenza e libertà. Cercheremo di trovare le strade adeguate affinché questo non avvenga”.

Molte redazioni piacentine, come “RadioSound”, “La Cronaca” e “PiacenzaSera”, hanno espresso solidarietà per i colleghi e i tecnici di TeleDucato. Stupisce il silenzio di “Libertà”, che proprio per il suo ruolo fondamentale nell’editoria piacentina confidiamo possa dare voce ai lavoratori in difficoltà.
Anche la redazione di PiacenzaNight, naturalmente, esprime la più completa solidarietà ai tecnici e ai giornalisti piacentini di Teleducato, con i quali negli anni passati sono stati realizzati progetti editoriali di grande successo. Qui sulle nostre pagine elettroniche troveranno sempre tutto lo spazio necessario per poter condurre la propria battaglia.

Potrebbe interessarti

inquinamento

Pm10 sopra i limiti per il decimo giorno consecutivo. Scattano i provvedimenti di secondo livello

Piacenza. A causa del decimo sforamento consecutivo dei valori di Pm10 sul territorio Piacentino, scatteranno …