Home / Notizie / Cronaca / Venerdi’ Piacentini 2011. Il successo personale di Katia Tarasconi
Venerdi-9298-piacenza.jpg

Venerdi’ Piacentini 2011. Il successo personale di Katia Tarasconi

E’ tempo di bilanci per l’assessore al Commercio del Comune di Piacenza, che mette a segno un importante successo

Il 2011 è un anno importante per Katia Tarasconi, assessore al commercio del Comune di Piacenza, il cui nome è nella rosa dei possibili candidati alla successione di Roberto Reggi. E’ l’assessore più giovane, è una donna, è un’imprenditrice, è una mamma. Ha avuto la possibilità di studiare negli Stati Uniti e di conoscere il mondo prima di accettare l’incarico che le ha permesso di amministrare la sua città natale.


La “Tarasca”, come la chiamano alcuni degli impiegati comunali che lavorano per i suoi uffici, andrà in vacanza un po’ più serena ora che ha messo a segno due importanti successi.

E’ suo il merito di avere “disegnato” una Fiera di Sant’Antonino che è piaciuta quasi a tutti (impossibile pensare di accontentare il 100% degli ambulanti, soprattutto quelli che non riescono ad aggiudicarsi le posizioni migliori).

Ed è suo il merito di avere riportato al successo i Venerdì Piacentini, dopo gli ultimi anni fallimentari, partendo con tutti contro. Ci ha messo la faccia. Ha saputo rischiare. Ha scommesso sul team che aveva curato la campagna elettorale del candidato sindaco di centro-destra, Dario Squeri, proprio contro il suo Sindaco; una cosa che a Piacenza ha dell’incredibile. Ha conquistato la fiducia del tessuto commerciale del centro storico (andando di negozio in negozio), ha saputo convincere i suoi interlocutori a fare “gioco di squadra”. Ha coinvolto la sua giunta, in particolare gli assessori Dosi e Castagnetti, letteralmente travolti dal suo entusiasmo.

Alla fine anche i più scettici si sono dovuti ricredere. “Abbiamo avuto il doppio degli scontrini rispetto allo scorso anno,” ha commentato una negoziante di Corso Vittorio Emanuele II. “Quest’anno si è seminato,” ha fatto eco una collega di via Sopramuro. “Vedrete che se noi commercianti continueremo a lavorare in questo modo i risultati arriveranno”.

Potrebbe interessarti

cane

Cane messo in salvo da due escursionisti sui monti tra Val Nure e Val d’Aveto

Si chiama Birba il segugio messo in salvo grazie all’intervento di due giovani escursionisti, che …