Home / Notizie / Volley. Piacenza strappa un punto a Urbino
Volley-Piacenz8840-piacenza.jpg

Volley. Piacenza strappa un punto a Urbino

Urbino riesce a battere la Rebecchi al tie-break che invece si aggiudica un punto raggiungendo il nono posto provvisorio in classifica

Una partita incredibile, con le squadre che da un set all’altro sembrano cambiare volto mostrando prestazioni alterne. Alla fine la spunta la favorita Urbino al tie-break, mentre la Rebecchi Nordmeccanica si consola con un preziosissimo punto che vale – per il migliore numero di vittorie – il nono posto provvisorio in classifica.

Premio Cantina Valtidone per la migliore in campo alla centrale Ilaria Garzaro, autrice di 17 punti di cui 4 muri. Top scorer dell’incontro è Brussa con 18 punti, mentre Wilson con 8 muri punto supera di poco Dall’Ora che ne ha firmati 7. Per la ricezione piacentina Mazzocchi, Scarabelli e Tirozzi si dividono i compiti con buone percentuali: perfezione ben superiore al 50% e positività tra il 70% e l’80%.

"Una partita comunque bella – commenta Mauro Chiappafreddo alla fine – abbiamo disputato una partita buona nonostante la sconfitta, dobbiamo anche considerare il valore delle avversarie che ora sono preparate per affrontare la finalissima di Coppa CEV che si giocherà mercoledì e domenica".

"Devo fare molti complimenti alle mie ragazze – dice l’allenatore di Urbino Francois Salvagni – non era facile vincere oggi contro una squadra come Piacenza che ha buone giocatrici ed è guidata da un allenatore molto motivante. Piacenza merita di restare con noi, lo spero tanto perchè è una società molto molto seria, nella pallavolo c’è bisogno di società come questa perchè la serietà è un valore molto, molto importante."

LA CRONACA

Urbino schiera Dalia in diagonale a Renatinha, Garzaro e Wilson al centro, Petrauskaite e Di Iulio in banda e Leonardi libero. Piacenza risponde con Dall’Igna in palleggio, Brussa opposto, Dall’Ora e Nicolini centrali, Scarabelli e Tirozzi laterali, Mazzocchi libero.

Chi pensa che Urbino abbia in testa solo l’importantissima finale di Coppa CEV è subito smentito dal campo, dove anche il primissimo pallone è molto combattuto. Da qui nasce un primo set incerto fino all’ultimo, e risolto a favore di Urbino solo nel finale e con minimo scarto.

Il secondo set vede sempre al comando Piacenza, che preme con la battuta e crea non pochi problemi alle illustri ospiti che sono costrette a inseguire. Quando Piacenza guida 18-15 avviene l’allungo decisivo, lanciato da un primo tempo di Nicolini a cui seguono due punti di Tirozzi, un ace di Brussa che quasi si ripete aprendo un bel varco nella difesa marchigiana in cui Tirozzi mette a segno il 23-15 che prelude di poco al pareggio del conto set.

La partita cambia ancora volto nel terzo set, stavolta è Urbino a guidare con Piacenza in scia, fino ad allontanarsi progressivamente fino a riportarsi in vantaggio per 2 a 1.

Di nuovo un rovesciamento di fronte nel quarto set, con Piacenza che prende il comando e mantiene tre-quattro punti di vantaggio fino al 20-17 dal quale le padrone di casa allungano decisamente fino al 25-18 finale.

Purtroppo per Piacenza l’alternanza fra le due squadre prosegue anche nel tie-break che è quasi senza storia: 15-4 e vittoria per Urbino

LE STATISTICHE

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA – CHATEAU D’AX URBINO VOLLEY 2-3 (23-25, 25-19, 17-25, 25-18, 4-15) – REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Tanturli, Mazzocchi (L), Dall’Ora 13, Dall’Igna 1, Nicolini 5, Scarabelli 11, Beier, Kajalina 2, Tirozzi 16, Brussa 18. Non entrate Carini, Catena. All. Chiappafreddo. CHATEAU D’AX URBINO VOLLEY: Garzaro 17, Wilson 15, Dalia 5, Roani, Petrauskaite 13, Leonardi (L), Di Iulio 16, Jaline, Renatinha 11. Non entrate Moldovan, Bonciani, Lapi. All. Salvagni. ARBITRI: Gelati, Piana. NOTE – Spettatori 710, incasso 1900, durata set: 26′, 24′, 24′, 25′, 12′; tot: 111′.

Potrebbe interessarti

slot

Allarme gioco d’azzardo a Piacenza. Spesi al gioco ben 245 milioni di euro in un anno

Ben 245 milioni di euro spesi al gioco solo nel 2016 a Piacenza, più della …