Home / Notizie / Diario Pendolare. La settimana inizia malissimo!
Diario-Pendolar8532-piacenza.jpg

Diario Pendolare. La settimana inizia malissimo!

Continua il report settimanale su trenitalia, Lunedì 7 febbraio 2011

Il lunedì di per sé è il giorno più "brutto" della settimana; grazie a Trenitalia diventa disastroso!

Il "Nostro" reg.2274 delle 7.54, parte in orario(!!) dalla stazione di Piacenza e viaggia lentamente fino alle porte di Codogno! "Per forza…, il regionale delle 7.37 è appena partito da Piacenza in super ritardo e gli starà certamente davanti fino a Milano" Non se ne può assolutamente più; il servizio è in continuo peggioramento e i prezzi degli abbonamenti continuano a salire!!

Il treno prosegue poi fino a Lodi dove rimane inspiegabilmente fermo quasi 4 minuti quando 30 secondi sarebbero più che sufficienti; "Ah già! L’AD Moretti disse un giorno che i pendolari scendono e salgono dai convogli troppo lentamente, soprattutto quelli che tentano di farlo dalle porte chiuse (che mediamente sono circa il 50%….)"

In questo periodo sta diventando una spiacevole consuetudine quella di raggiungere Milano con almeno 20 minuti di ritardo e dato che anche oggi siamo gia a +13′ in quel di Lodi , è facile prevedere un ulteriore peggioramento. "Certo! se consideriamo che da Lodi a Milano occupano la linea anche i treni "LE NORD", di recente introduzione, il collasso è inevitabile…"

A Rogoredo il ns. treno ha accumulato quindi altri 7 minuti,per darmi la possibilità di terminare la lettura di un libro appassionante che non potevo assolutamente rimandare(!) totalizzando come previsto 20 minuti di ritardo!!! "accidenti a me e alle mie previsioni!"

Durante questi ulteriori 20 minuti trascorsi a bordo della carrozza di prima classe (più sporca che mai) non si è fatto vedere alcun controllore: "e’ matematico! Ogni volta che i treni hanno un ritardo superiore ai 5 minuti, il personale si nasconde e non ha il coraggio di farsi vedere! Non sarà colpa del personale di bordo, non sarà colpa dei macchinisti, ma quelli che pagano le conseguenze siamo sempre e solo noi pendolari!"

In ogni caso, noi pendolari continueremo ad urlare la nostra disperazione per le condizioni di vita allucinanti "imposte" da Trenitalia!

Potrebbe interessarti

Carabinieri

San Giorgio. Tenta di farla finita gettandosi dal ponte. Afferrato dai carabinieri appena in tempo

San Giorgio (Piacenza). È stato messo in salvo ed affidato alle cure del pronto soccorso …