Home / Notizie / Ritorna il diario pendolare!
Ritorna-il-diar7945-piacenza.jpg

Ritorna il diario pendolare!

La genialata quotidiana di Trenitalia continua..

La genialata del giorno è stata servita poco dopo l’alba, dagli addetti alla gestione del traffico ferroviario di Trenitalia.

Problema e causa scatenante:il "solito" treno regionale delle h.8.09 è stato CANCELLATO per il "solito guasto".
Soluzione intelligentissima: ritardare di 5 minuti la partenza del treno Reg 2274 (prevista alle 8.04) e fargli effettuare tutte le fermate intermedie nel tratto Piacenza-Lodi;

Effetti collaterali (devastanti…):

1) pendolari piacentini "inferociti" e assaliti dall’indecisione sull’essere o non essere, anzi no….. il dubbio che li attanaglia è "rimanere a bordo del R2274 o attendere il treno ES 9802 delle h.8.24 che non effettua fermate intermedie?" mmmmh, si prova a rimanere a bordo…

2) i pendolari bolognesi partiti alle 5.50, "non la prendono assolutamente bene" perchè si sentono come ostaggi, sia perchè quotidianamente devono sopportare inspiegabilmente una sosta a Piacenza di 17 minuti (più altri 5 oggi) sia perchè devono subire ulteriore danno grazie alla geniale "decisione" di cui sopra. Mentre sto scrivendo mi rimbombano ancora nelle orecchie i loro "vaffa" e "va a c…." nei confronti della "gestione" Trenitalia

3) Il treno R2274 già normalmente carente di posti a sedere, soffre progressivamente di sovraffollamento di stazione in stazione, diventa sempre più invivibile, raggiunge Lodi con 15 minuti di ritardo (alle 8.40) GIA’ PIENO COME UN UOVO!!! nella stazione lodigiana un’altra bella "CARICATA" di pendolari e viaaaaaaaaaa!!! Nel frattempo il capotreno/ controllore/ tuttofare (molto zelante) trova anche il tempo di elevare contravvenzioni a qualche viaggiatore "non in regola"

All’orizzonte, anche oggi, un ritardo mostruoso con ripercussioni sull’orario di fine lavoro serale, una settimana difficilissima visto l’inizio e, guardando al futuro, una bozza di nuovo orario allucinante che renderà MIlano Centrale "off-limits" per la maggior parte dei treni regionali!!

Al nostro arrivo nella stazione di Rogoredo, alcune porte non si sono aperte e la calca di persone si è spostata rovinosamente in altre carrozze per tentare la discesa; alla fine mi sono ritrovato sul marciapiede della stazione senza rendermene conto, quasi come se un’onda anomala mi avesse trascinato giù dal carrozzone. Mentre scendevo poi verso la stazione MM, ho sentito alcuni pendolari lamentarsi "calorosamente" per aver fatto il viaggio in carrozze gelide!

Ancora un GRAZIE DI CUORE a Trenitalia e buon lavoro a tutti!!

Potrebbe interessarti

cane

Cane messo in salvo da due escursionisti sui monti tra Val Nure e Val d’Aveto

Si chiama Birba il segugio messo in salvo grazie all’intervento di due giovani escursionisti, che …