Home / Notizie / Chiara Dall’Ora sul calendario ”Volley and the city”

Chiara Dall’Ora sul calendario ”Volley and the city”

Un calendario con dodici società e ciascuna rappresentata da un’atleta

Chiara Dall’Ora è fra le testimonial di "Volley and the city", un calendario fotografico che coinvolge dodici società appartenenti ai campionati di A1, A2 e B1, ciascuna rappresentata da un’atleta fotografata nella città della squadra per la quale milita.

A Piacenza e a Chiara Dall’Ora è dedicata la pagina di novembre dove la giocatrice è ritratta accanto alla maglia della Rebecchi Nordmeccanica con lo sfondo di uno degli angoli più caratteristici di Piacenza, la Chiesa di San Francesco con il monumento a Gian Domenico Romagnosi.

Nato per iniziativa della nuova associazione "Solidarietà sulle Ali del Volley" per raccogliere fondi destinati all’Ospedale dei Bambini di Brescia, il calendario suggerisce un giro d’Italia attraverso i volti della pallavolo femminile: alle spalle delle giocatrici e delle loro magliette di gioco, ci sono alcuni luoghi riconoscibili delle città del volley, per suggerire quanto sia forte il legame esistente tra le squadre, le giocatrici, e le loro città, i loro tifosi… e per suggerire che la pallavolo può oltrepassare i confini del campo da gioco, per diventare veramente movimento.

Il calendario, realizzato con la collaborazione del webmagazine Pallavoliamo.it, è prodotto in formato 31×43 cm su carta patinata da 170g: le foto sono in bianco e nero, ad esclusione delle maglie delle giocatrici, che sono state lasciate a colori proprio per valorizzare le società di volley.
Sarà distribuito presso i palazzetti delle società partecipanti in occasione delle partite di campionato, secondo un calendario che sarà reso noto attraverso il blog dell’associazione che lo promuove www.solidarietasullealidelvolley.blogspot.com, e sarà richiedibile anche on line.

Potrebbe interessarti

Via Gadolini. Auto fuori controllo termina la sua corsa contro una pianta

Piacenza. Fortunatamente non sarebbero preoccupanti le condizioni di una coppia di anziani coniugi ricoverati poco …