Home / Notizie / Motori / Le Minicar non sono automobili. Sono scooter sicuri
Le-Minicar-non-7724-piacenza.jpg

Le Minicar non sono automobili. Sono scooter sicuri

Nuova ondata di attacchi alle minicar. Scarsa informazione e sensazionalismo alterano la realtà dei fatti. Serve informazione seria

Ignoranza, pregiudizio e scarsa obiettività minacciano il settore dei quadricicli leggeri in Italia. Tra titoloni sensazionalistici che alterano la realtà dei fatti e giornalisti in cerca del facile scoop, da qualche mese assistiamo ad un attacco sempre più massiccio contro le minicar, colpevoli – secondo alcuni – di non essere sicure quanto un’automobile.

La questione è posta in maniera errata fin dalla partenza. Le minicar non sono sicure quanto un’automobile proprio perché non sono automobili. Sarebbe come dire che una Fiat Punto non è robusta quanto un camion, e in caso di incidente frontale contro un autobus di linea ha la peggio. E’ una cosa ovvia.

Le minicar sono quadricicli leggeri. Appartengono alla stessa famiglia di scooter e ciclomotori. Facendo un banale confronto tra la sicurezza di un qualsiasi mezzo a 2 ruote e quella di una minicar (dotata di abitacolo chiuso, cinture di sicurezza, freni più seri, ecc), appare evidente come le seconde siano in grado di proteggere molto meglio il loro passeggero. Tanto più che i nuovi modelli usciranno con airbag e abs.

La Procura di Roma, in seguito ad un incidente mortale, ha messo sotto accusa la Aixam (un produttore francese leader del settore) ordinando una perizia sulla sua minicar. Sulla sicurezza delle minicar, Repubblica.it scrive che "nel caso delle microcar sarebbe addirittura al di sotto degli standard minimi adottati per le normali automobili". Vedete, anche qui il confronto è con le automobili, e l’articolo risulta ingannevole per chi lo legge.

La vittima dell’incidente in questione si è scontrata frontalmente contro un pulmino. Se fosse stata a bordo di uno scooter, o di un ciclomotore, e si fosse schiantata contro un pulmino frontalmente, qualcuno ha il coraggio di affermare che avrebbe avuto maggiori possibilità di salvarsi?

Se si considera che le norme sull’omologazione delle minicar impongono un peso massimo di 350 kg, riusulta evidente come i materiali di costruzione debbano essere più leggeri di quelli di una automobile.

La domanda che certi giornalisti dovrebbero porsi, per fare informazione seria, è questa: con il patentino per ciclomotori, qual’è il veicolo più sicuro che un giovane può guidare?

Chi ha visitato uno stabilimento in cui si producono minicar (esercizio che un buon giornalista dovrebbe fare, prima di interpretare il ruolo di inquisitore) non può che avere ununica risposta.

Vi porto un altro esempio. A Civita Castellana un 17enne con la sua minicar è finito dentro un burrone. E’ stato recuperato illeso dai Vigili del Fuoco. Nel pacentino, sulla famigerata Statale 45, perde la vita un motociclista alla settimana, perché chi è su una moto o su uno scooter e finisce in un burrone… difficilmente viene recuperato illeso.

Potrebbe interessarti

pompiere

Via Emilia Pavese. Bidoni in fiamme nel cortile di un palazzo nel cuore della notte

Piacenza. Ha provocato grande spavento quanto accaduto intorno alle 2:20 della notte tra mercoledì 22 …