Home / Notizie / Volley. Eva Mazzocchi libero titolare. ”Paola Croce? Un esempio da seguire”
Volley-Eva-Maz7224-piacenza.jpg

Volley. Eva Mazzocchi libero titolare. ”Paola Croce? Un esempio da seguire”

Per la giovane atleta è tempo di dimostrare quello che vale.

Piena fiducia alla linea verde: tutto lo staff della Rebecchi Volley Piacenza ha promosso Eva Mazzocchi al ruolo di libero titolare. È stata una decisione maturata alla luce della bellissima stagione di Eva, che non ha mai deluso quando è stata chiamata in causa: "È fuori dubbio che per Eva è arrivato il tempo per dimostrare quello che vale, ha tutte le carte in regola per vestire la maglia di libero titolare", è il commento dell’allenatore Mauro Chiappafreddo, appena rientrato dalla Bosnia Erzegovina dove con la nazionale juniores greca ha conquistato una medaglia che in tutto il volley ellenico femminile mancava da tempo immemorabile. "Eva ha avuto un’ottima maestra, Paola Croce," continua Chiappafreddo, "e ho molta fiducia in lei sia dal punto di vista tecnico che caratteriale. Eva non si è mai tirata indietro, e ha un atteggiamento molto propositivo e positivo per cui non avrà difficoltà a trovare l’appoggio di tutti, me per primo!"

Eva Mazzocchi: "il suo percorso"
Nata nell’agosto del 1992 e da sempre residente a Travo, a due passi da Rivergaro, Eva ha da pochi giorni compiuto 18 anni.
Nove anni fa Eva Mazzocchi imparava a giocare a volley nel River 2001, la grande società giovanile rivergarese.
Tre anni più tardi giocava in attacco in under 15, e l’anno dopo sia in under 16 che in serie D. In carriera ha vinto tutti i campionati provinciali "under" e ha conquistato la storica promozione in serie C della della River 2001 insieme a Chiara Scarabelli. Dopo un anno nella Edil River Rebecchi in serie C, nel 2009 è stata chiamata come secondo libero nella RebecchiLupa Piacenza dove per due campionati consecutivi è stata la "vice" di Paola Croce: "Sono convinta che Paola Croce sia un esempio da seguire", dichiara senza esitazione Eva, "in questi anni Paola mi ha insegnato moltissimo, non solo cose tecniche ma anche dal lato umano. Paola è stata una vera amica, mi ha sempre aiutato e anche quando ho dovuto affrontare problemi personali mi è stata vicino. Mi dispiace molto non giocare più con lei!"

Ma cosa prova Eva per questo esordio da titolare? "Sono molto contenta che la Rebecchi mi abbia dato questa possibilità. Spero di sfruttarla al meglio, e sono sicura che tutta la squadra saprà aiutarmi!"

Potrebbe interessarti

inquinamento

Pm10 sopra i limiti per il decimo giorno consecutivo. Scattano i provvedimenti di secondo livello

Piacenza. A causa del decimo sforamento consecutivo dei valori di Pm10 sul territorio Piacentino, scatteranno …