Home / Notizie / Cronaca / Piacenza. Rincari dei biglietti ferroviari
Piacenza-Rinca7057-piacenza.jpg

Piacenza. Rincari dei biglietti ferroviari

Pollastri: ”Quali i benefici per gli utenti che ogni giorno sopportano i tantissimi disservizi?”

BOLOGNA, "Dopo due anni rincari in arrivo sul fronte ferroviario,e a fronte di quali ritorni per gli utenti?" a chiederlo in un’interrogazione è Andrea Pollastri (PdL).
Si è appreso recentemente, infatti, che dal primo agosto è previsto un adeguamento al rialzo dei prezzi dei biglietti ferroviari che cresceranno del 5,5% per le corse semplici, del 3,7% gli abbonamenti mensili, dell’1,2% quelli annuali e dell’1,1% gli annuali per studenti.

"Un accordo tra Trenitalia e la Regione – spiega il Consigliere – aveva consentito di mantenere inalterati i costi per due anni. Oggi, invece, che gli Amministratori della nostra Regione parlano di mobilità sostenibile e di necessità di lasciare in garage le automobili assistiamo ad un rincaro che, per viaggiatori occasionali ed abbonati mensili, risulta ben al di sopra dell’inflazione media (stimata all’1,3%), con il rischio di disincentivare l’uso del treno. Ricordo, per altro, che chi utilizza abbonamenti mensili, in genere, sono pendolari studenti o lavoratori né più né meno di chi ha l’annuale.

L’aumento, quindi, oltre che ingiustificato, colpirà ancora una volta i pendolari, costituendo di fatto una vera beffa nei confronti di chi, tutti i giorni, è costretto ad utilizzare il treno e ne subisce i continui disagi in merito a puntualità, cadenza mento, pulizia, comfort di viaggio, ecc.
Per questo motivo le Associazioni Pendolari avrebbero dovuto essere coinvolte attivamente al fine di capire che cosa Trenitalia avrebbe offerto in cambio degli aumenti e se potesse essere accettabile. Ma non credo che questo sia avvenuto."

"Attraverso l’interrogazione – prosegue – voglio sollecitare la Giunta a chiarire le ragioni dei rincari, il motivo per cui essi, sui biglietti singoli e sugli abbonamenti mensili, sono superiori tre o quattro volte il valore dell’inflazione media e soprattutto quali siano i maggiori servizi offerti da Trenitalia per giustificare gli aumenti e se ne beneficeranno in egual misura tutti gli utenti della Regione. Quest’ultimo aspetto è importante perché sembra che, oltre a generiche agevolazioni per le famiglie, vi saranno maggiori servizi che beneficeranno chi ha tariffe integrate "ferro+gomma" ossia, soprattutto, gli abbonati dell’area bolognese.

Mentre per noi piacentini è importante anche capire se ed in che misura i rincari colpiranno anche i pendolari sull’area Lombarda."

Potrebbe interessarti

Croce Rossa Cinofili

Soccorso cinofilo. A Piacenza gli esami nazionali della Croce Rossa

PIACENZA – Affiatamento, reciproco intendersi al volo e agire d’intesa. Sono le caratteristiche che Croce …