Home / Notizie / Cronaca / Primo caso di mozzarella blu a Piacenza
Primo-caso-di-m7008-piacenza.jpg

Primo caso di mozzarella blu a Piacenza

Trovata da una 70enne di Pontenure, è stata consegnata ai Carabinieri

Si allarga lo scandalo della mozzarella blu, che in questi giorni ha colpito anche Piacenza. La mozzarella che cambia colore qualche ora dopo l’apertura della confezione (prodotta – come riportano i quotidiani nazionali – nello stabilimento tedesco Milchwerk Jager Gmbh & Co per le marche Land, Malga Paradiso, Lovilio, Fattorie Torresina e Monteverdi) è stata trovata da una signora di Pontenure, che ha subito chiamato i Carabinieri.

La 70enne si è accorta del cambio di colorazione della mozzarella (che era conservata in frigorifero) ed ha subito avvertito la nuora, che già ne aveva mangiata una della stessa confezione. Allarmata, la signora si è recata al pronto soccorso di Cremona, ma è stata dimessa senza che le fossero riscontrate particolari sintomatologie legate a batteri pericolosi per la salute.

Sembra, dai primi approfondimenti e dalle indagini dei Nas, che il responsabile di questa colorazione blu sia il batterio Pseudomonas, un micro organismo tutt’altro che innocuo. Sarebbe stato, infatti, proprio il Pseudomonas ad uccidere la bellissima modella brasiliana Marianna Bridi, deceduta per setticemia contratta alle vie urinarie.

In ogni caso la mozzarella blu trovata a Piacenza è stat posta sotto sequestro, e saranno svolte tutte le analisi del caso.

Potrebbe interessarti

caminetto

Nibbiano. Accende il camino e si scatena l’incendio. Sul posto i vigili del fuoco

Nibbiano (Piacenza). È stato solo l’intervento dei vigili del fuoco ad impedire la diffusione ad …