Home / Notizie / Cronaca / Pollastri. ”Possibile ricorrere ai pipistrelli contro le zanzare tigre?”
Pollastri-Po6752-piacenza.jpg

Pollastri. ”Possibile ricorrere ai pipistrelli contro le zanzare tigre?”

Un progetto per la salvaguardia della specie e per il contrasto delle zanzare tigre

"Un approfondimento sull’uso dei pipistrelli come strumento di lotta alla zanzara tigre", a chiederlo con un’interrogazione alla Giunta Regionale è Andrea Pollastri (PdL).
"Da mesi – si legge nell’atto – il Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze sta promuovendo un progetto per tutelare e diffondere la popolazione dei pipistrelli, ridottisi negli anni a causa dell’uso di concimi chimici in agricoltura e del progressivo venir meno dei luoghi adatti alla nidificazione, "mangiati" dalla cementificazione urbana.
Il progetto promuove la distribuzione di nidi artificiali, chiamati "bat box", che, collocati su case o alberi, possano ospitare i piccoli mammiferi anche in paesi e città."
"Il progetto – spiega Pollastri – oltre alla salvaguardia della specie, avrebbe una finalità ben più importante: quella di contrastare zanzare ed altri insetti dannosi per le colture, poiché ogni pipistrello arriva a mangiarne per notte circa duemila.
Questo aspetto sembra essere molto interessante perché offrirebbe un modo per contrastare la zanzare, soprattutto la temuta zanzara tigre, ed altri insetti in modo ecologico ed economico perché eviterebbe il ricorso a trattamenti di disinfestazione chimica molto onerosi per i Comuni." L’opportunità è stata colta al volo da diversi Comuni italiani, tra cui Firenze, Roma, Cremona, Opera, ed altrettanti emiliano-romagnoli, come Modena, Forlimpopoli, San Prospero, Predappio e Castelsangiovanni, che hanno acquistato le "bat box" installandole in parchi e aree pubbliche o hanno fornito contributi ai privati che intendessero comprarle direttamente.
"Ho chiesto informazioni in merito alla possibilità di diffondere su scala regionale il progetto – prosegue Pollastri – ma il Gruppo Regionale di Sorveglianza e Lotta alla zanzara tigre non ha ritenuto questo uno strumento efficace nella lotta al fastidioso insetto poichè le abitudini di pipistrelli e zanzare non coincidono in termini di orari."
"Data la serietà Museo di Scienze Naturali di Firenze ma anche del Gruppo Regionale di Sorveglianza e Lotta ala zanzara tigre mi sembra opportuno un approfondimento per capire chi dei due ha ragione" – conclude Pollastri – "Per questo ho chiesto che la Regione fornisca i dati scientifici in proprio possesso e crei un incontro operativo su questa tema tra il Gruppo ed il Museo al fine di mettere in atto una strategia integrata che, magari, prenda in considerazione anche la diffusione delle "bat box"."

Potrebbe interessarti

polizia-postale

Polizia Postale, Rancan (LN): «Un errore chiudere la sezione di Piacenza»

PIACENZA, 17 OTT. – «La sezione di Polizia postale di Piacenza è un indispensabile presidio …