Home / Notizie / Musica / L’eclettismo degli ”Erica’s Fall” nell’album ”The Art of Noise”
Leclettismo-de6602-piacenza.jpg

L’eclettismo degli ”Erica’s Fall” nell’album ”The Art of Noise”

Dopo l’ep di esoridio ”Welcome to the Erica’s World”, la band trova la giusta alchimia riuscendo a far convivere metal, funky, punk e hip-hop

Il mio viaggio alla ricerca dei talenti emergenti, nati tra le nebbie di Piacenza e della Pianura Padana, mi ha portato a conoscere un gruppo davvero eclettico che con l’album “The Art of Noise” (BadChili records) ha raggiunto la maturità artistica.

Sto parlando degli Erica’s Fall, una formazione nata a Piacenza da un’ idea di Tommaso Tabaglio e Davide Magnani, in collaborazione con i musicisti Federico Merli, Davide Confalonieri e Giovanni Anselmi.

Dopo l’ep di esoridio “Welcome to the Erica’s World”, la band che ha fatto dell’originalità del sound una vera e propria bandiera ha saputo sfruttare al meglio le diverse influenze musicali dei 5 componenti, trovando la giusta alchimia e scrivendo brani originali e fruibili. In “The Art of Noise”, infatti, convivono sonorità metal e funky, influenzate dal punk, dall’hip-hop (o più precisamente dal genere definito “rapcore”) e dalla musica melodica italiana, un patrimonio culturale che i musicisti di oggi tendono a voler riscoprire.

Mi ero già imbattuto nel lavoro degli Erica’s Fall in seguito alla mia passione per il duo hip-hop ET3 Gang, di cui ho ampiamente parlato su queste pagine. E’ facile attribuire analogie tra il brano “Questione di scelte”, nato da una collaborazione tra le due formazioni, e i migliori crossover dei Linking Park. Tuttavia ho trovato in questo esperimento la sincera voglia di creare qualcosa di nuovo che portò i Run-D.M.C. e gli Aerosmith a collaborare nel lontano 1986, registrando una versione rivisitata del brano “Walk This Way”, con l’aggiunta del cantato rap.

Nell’album “The Art of Noise”, comunque, il rock è il solo filo conduttore che lega brani molto differenti tra loro. “Let me guess” brilla per le sue ritmiche funky, “Butterfly Effect” prende spunto dal metal più classico, “Never turn back” sconfina nel punk, mentre la più intimistica “Intermission” può essere classificata come una ballata melodica.

Questa è la tracklist di “ERICA’S FALL – The Art of Noise”
BadChili records – BC006-09 – Release date: December 2009

01. Vertical space
02. Never turn back
03. My dirty side
04. Hearts and Squares
05. Let me guess
06. Intermission
07. Walk on by
08. No more dolls
09. Time to sing
10. Butterfly effect
11. Questione di scelte (feat. ET3)

_______________________________
TALENTI EMERGENTI
Un viaggio di Nicola Bellotti

Erica’s Fall
L’eclettismo degli ”Erica’s Fall” nell’album ”The Art of Noise”

Cantarana
La musica colta dei Cantarana vibra sulle corde di Georgia Ciavatta

Sherrita
Time of the butterfly. Esce il primo album di Sherrita

ET3
A Mara Maionchi e Maria De Filippi vorrei tanto far conoscere gli ET3

ET3
“Con la musica accanto”, l’hip-hop targato Piacenza conquista l’Italia

ET3
Esce il nuovo album degli ET3 ”Spegnete la TV”

Last Mile (Matteo Maria Maj)
Last Mile. Esordio con il botto per il trio blues piacentino al Milestone

ET3
ET3. L’hip-hop piacentino di Delfo e Prez lancia la sua sfida

Potrebbe interessarti

tribunale

Assolto in secondo grado dall’accusa di violenza. Dovrà pagare il risarcimento alla vittima

Piacenza. Dovrà pagare il risarcimento stabilito dalla condanna di primo grado nonostante l’assoluzione in appello: …