Home / Notizie / Motori / Motori. Grande successo per i piloti della Scuderia Invicta a Viadana
Motori-Grande-6516-piacenza.jpg

Motori. Grande successo per i piloti della Scuderia Invicta a Viadana

Ottima riuscita per il Formula Driver mantovano

La prima edizione del Trofeo Città di Viadana, svoltosi domenica 9 maggio ed organizzato dalla Scuderia Invicta, è andato nel migliore dei modi: il percorso è stato apprezzato dagli oltre cinquanta piloti in gara, i quali si sono divertiti e hanno messo a prova le loro auto nel corso delle quattro manches programmate. Il circuito era stato allestito nella zona industriale del comune mantovano e misurava 1600 metri modificati da ben nove chicane allestite dagli organizzatori ed omologato secondo le norme di sicurezza del regolamento della Lega Nazionale Automobilismo Uisp. L’unica nota stonata è stato il cielo plumbeo che ha accompagnato tutta la giornata di domenica scaricando una leggera e fastidiosa pioggia proprio all’inizio della quarta e determinante manche: era proprio il tempo di quest’ultima, sommata al miglior tempo delle tre manches precedenti, a decretare il tempo totale in base alla quale è stata stilata la classifica finale.
A mettere il sigillo sulla prima edizione della gara mantovana è stato Fabio Apostoli che al volante della sua Proto Suzuki non ha lasciato spazio a dubbi, imponendosi fin dalla prima manche con 3’23”97 che, sommato al tempo della quarta manche (4’03”71), gli ha permesso di conquistare l’oro assoluto con un totale di 7’27”68. A conquistare l’argento è stato Wilmer Rizzi, che sul bagnato ha spremuto al meglio la sua Subaru Impreza concludendo in 4’02”09, addirittura due secondi più veloce di Apostoli, ma la somma con il suo miglior tempo (3’51”52) non gli ha permesso di conquistare il primo posto assoluto. Sul terzo gradino del podio è salito Alessandro Ferrari, portacolori della Scuderia Invicta. Il pilota piacentino è stato protagonista di una gara perfetta in cui non ha subito nessuna penalità e al volante della sua Renault Clio Cup ha dato spettacolo in tutte e quattro le manches, accumulando il tempo totale di 8’07”19 che l’ha appunto portato alla medaglia di bronzo assoluto, nonché alla vittoria della categoria C. Ai piedi del podio, in quarta posizione assoluta, è arrivato Giovanni Emilio Rizzi (Invicta) al volante della Toyota Celica con 8’08”89, quinto assoluto Simone Marchetti (Invicta) su Y10 proto con un totale 8’12”94.

Infatti i piloti, in base alle loro auto, erano divisi in otto categorie: Promotion, A, B, C, D2RM, D4x4, Sport ed E.

Nella categoria A Gianluigi Luzzoli (Invicta) al volante della Peugeot 106 ha fermato il cronometro su 8’53”02, seguito dalla Fiat Uno di Denis Zagni (9’19”03) e dalla A112 Abarth di Roberto Anzola (9’42”40).

Giuseppe Marlieri ha invece conquistato la vetta della categoria B, al volante della sua Peugeot 106 che gli è restata fedele per tutta la gara, ha concluso con un totale di 8’14”21, seguito da Franco Merighetti che con sei secondi di ritardo, al volante della Peugeot 106, è salito sul secondo gradino del podio. Terzo di categoria si è invece classificato una giovane promessa piacentina: Mattia Morcia. Alla gara mantovana il pilota era al volante della stessa auto guidata a Marlieri e si è imposto con 8’39”33.

Nella categoria C Alessandro Ferrari ha dato tanto spettacolo con la sua Clio Cup e ha scavato un abisso tra lui ed i suoi avversari imponendosi con un irraggiungibile 8’07”19 e salendo sul terzo gradino del podio assoluto, un risultato degno di nota. Contro l’ottima prestazione di Ferrari non ha potuto fare nulla Silvano Fuochi, rallysta locale, che a bordo della sua Renault Clio Williams ha concluso la prova in 8’22”75, seguito al terzo posto da Mauro Mazzurini che al volante della sua verdissima Peugeot 205 ha racimolato il tempo finale di 8’50”49.

Nella categoria D2RM Daniele Patete (Invicta) a bordo della Fiat X19 ha vinto la categoria con 8’23”36, secondo posto per la spettacolare Opel Kadett Gte di Alberto Canzian, terzo per Daniele Pagliari su Fiat X19 e quarto posto per Piero Vacchelli (Invicta) su Alfa Romeo 75.

Il secondo assoluto, Wilmer Rizzi, ha conquistato il primo posto nella categoria D4X4 con 7’53”61. Quest’ultimo è stato un tempo irraggiungibile anche per Giovanni Emilio Rizzi (Invicta) che al volante della Toyota Celica ha concluso in 8’08”89. A quasi 20 secondi di distanza ha concluso Giancarlo Zantomasi al volante della Lancia Delta e quarto di categoria è arrivato il pilota di casa Pierdino Valentini, che ha pagato con 30 secondi di penalità un taglio di percorso sulla quarta manche che l’ha penalizzato.

La categoria E ha visto trionfare il vincitore assoluto Fabio Apostoli seguito da Alessandro Tinaburri, portacolori della Scuderia Invicta, che al volante della Predator’s ha concluso in 8’21”18.

Simone Marchetti (Invicta) si è riconfermato bravissimo nella categoria Sport, concludendo in 8’12”94 al volante della sua Y10. Il pilota è stato 12 secondi più veloce di Roberto Petri che al volante della Fiat X19 ha disputato un’ottima gara sul bagnato, ma non è stato sufficiente a raggiungere Marchetti.

Il giovanissimo piacentino Alberto Ticchi (Invicta) ha trionfato nella categoria Serie in 9’06”51 al volante della Peugeot 205, seguito con oltre un minuto di ritardo a Massimo Dotti su Mini Cooper.

A trionfare nella classifica Promotion è stato Eugenio Grandi al volante della Predator’s, modello guidato da tutti i partecipanti, che ha concluso in 8’19”61, secondo di categoria Fabio Braghè (Invicta) con 8’23”34 e terzo Fabrizio Bassi con 8’23”38. Ai piedi del podio si è fermato Igino Soliani con il tempo di 9’04”95.

«Sono molto contenta dell’esito della gara – ha commentato Talita Magnani, vice presidente della Scuderia Invicta – i nostri piloti hanno portato a casa risultati importanti: Alessandro Ferrari andato fortissimo ed è arrivato terzo assoluto. Anche quando è iniziato a piovere i nostri piloti hanno difeso le proprie posizioni facendo segnare tempi di tutto rispetto. Inoltre quattro dei portacolori della nostra scuderia sono arrivati nei primi dieci assoluti. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare Pierdino Valentini, che ci ha aiutato ad organizzare la gara nella sua città, e tutti coloro che ci hanno aiutato rendendo possibile la buona riuscita della gara mantovana».
Una bella scena di fair play si è vista alla fine della terza manche durante la quale Fabio Apostoli si è trovato la sospensione posteriore sinistra danneggiata dopo un contatto con un marciapiede. Sia Tinaburri che Cassinelli hanno tralasciato la cura delle proprie vetture per fornire i pezzi di ricambio necessari a Fabio che ha così potuto conquistare meritatamente l’alloro assoluto. La prossima gara organizzata dalla Scuderia Invicta sarà lo Slalom organizzato a Travo e valido per il Campionato Italiano UISP.

Per maggiori informazioni sul programma e per le iscrizioni visitare il sito www.scuderiainvicta.com oppure mandare una mail a scuderiainvicta@gmail.com

Potrebbe interessarti

bici

Da San Rocco al Porto per rubare biciclette e rivenderle. 34enne ai domiciliari

Piacenza. È stato raggiunto da un’ordinanza cautelare e si trova al momento agli arresti domiciliari …