Home / Notizie / Cronaca / Crisi Akzo Nobel. 185 dipendenti a rischio. Foti chiede l’intervento del ministro Sacconi
Crisi-Akzo-Nobe5000-piacenza.jpg

Crisi Akzo Nobel. 185 dipendenti a rischio. Foti chiede l’intervento del ministro Sacconi

Sulla questione si è espresso anche il sindaco Reggi: "Il Comune ha già messo in atto diversi provvedimenti a sostegno dei lavoratori e delle loro famiglie"

L’azienda Akzo Nobel di Fombio rischia di chiudere, mettendo sulla strada quasi 200 lavoratori. La notizia tocca anche il territorio piacentino, a causa dell’alto numero di pendolari che dalla nostra Provincia si recano al lavoro presso la ditta in crisi.

Oggi è in programma una riunione della Commissione Lavoro della Provincia di Lodi con i sindaci della zona, e sarà presente anche Piacenza, rappresentata all’assessore alle Politiche Sociali Giovanna Palladini. Il sindaco Roberto Reggi ha espresso solidarietà alle famiglie, specificando che il Comune "è da sempre sensibile al tema della crisi occupazionale e ha già messo in atto diversi provvedimenti a sostegno dei lavoratori".

Il parlamentare piacentino Tommaso Foti (Pdl) ha chiesto l’intervento del ministro del Lavoro Sacconi. "La decisione sulla chiusura," dichiara in un comunicato l’on. Foti, "significa il licenziamento di 185 persone, parte delle quali piacentine". In una interrogazione parlamentare l’on. Foti ha domandato al ministro Sacconi "se sia a conoscenza della situazione rappresentata e quali iniziative intenda adottare per salvaguardare il tessuto produttivo e i livelli occupazionali".

Potrebbe interessarti

anziana

“La sua cassaforte potrebbe esplodere”. Nel bottino gioielli per 70mila euro

Piacenza. Nuova truffa ai danni di anziani: questa volta a rimanere vittima di un malintenzionato …