Home / Notizie / Cronaca / PFM querelata per diffamazione. Chiesti danni per 300.000 euro
PFM-querelata-p4933-piacenza.jpg

PFM querelata per diffamazione. Chiesti danni per 300.000 euro

Dopo il concerto annullato a Piacenza, per Franz Di Cioccio, Franco Mussida e Patrick Djivas potrebbero iniziare i guai

La PFM, celebre band composta dagli artisti Franz Di Cioccio, Franco Mussida e Patrick Djivas, sono stati querelati da Salvatore Primiceri, organizzatore del concerto annullato a Piacenza il 12 giugno scorso.

La denuncia, per diffamazione a mezzo stampa, presentata da Primiceri presso il Comando dei Carabinieri di Ugento (LE), riguarda le dichiarazioni rese dalla band nelle ore successive all’annullamento del concerto, in particolare quelle diffuse attraverso il sito ufficiale, in seguito riprese da diversi organi di stampa, le quali hanno avuto un eco notevole arrecando grave danno a Primiceri e alla sua azienda.

"Pertanto," si legge in un comunicato stampa dello stesso Primiceri, "si preannuncia la costituzione di parte civile nell’instaurando processo penale, a carico dei querelati, nel quale saranno richiesti i danni subiti e subendi, quantificabili orientativamente in € 300.000 (trecentomila)".

Potrebbe interessarti

incendio

Gelicidio, Rancan (Lega): «Ripulire i boschi per prevenire gli incendi»

BOLOGNA, 23 GEN. – «La Regione Emilia Romagna predisponga con urgenza un piano di manutenzione …